Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Girolamo De Simone
:: Girolamo De Simone - Ai Piedi Del Monte - (KonSequenz/Hanagoori Music – 2010)
Metto subito le cose in chiaro: questo non è un album metal, né tanto meno hard rock, punk o progressive. E voi direte: “e allora perché lo recensisci su rawandwild?”. La domanda è pertinente. Per tutta una serie di motivi ho deciso che questo disco di Giroalamo De Simone possa avere un senso sulle nostre colonne. Quanti di voi impazziscono per album che trattano tematiche folk o tradizionali?. Ancora, quanti metallari apprezzano la tecnica e il feeling in un disco? Perché se gli Ulver possono registrare un disco nelle foreste del nord ed essere apprezzati, un musicista italiano non può compiere la stessa operazione ai piedi del Vesuvio? Se per voi conta la sostanza e non la forma, allora Ai Piedi Del Monte può meritare le vostre attenzioni. Perché Girolamo De Simone, musicista e agitatore culturale (citando le note biografiche), sostanzialmente è un metallaro ma non sa di esserlo. Ai Piedi Del Monte è un lavoro ricco di pathos, storia, cultura (popolare) ed esoterismo. Con l’aiuto di altri musicisti di origine vesuviana, per nascita o per elezione, De Simone ci guida in un percorso che parte dai piedi del monte Sant’Anastasia (etimologicamente “rinascita”), e che passa per i canti e le devozioni alla Madonna dell’Arco e le città di Pollena e Somma Vesuviana per arrivare alla Verna, luogo che in passato ha colpito la sensibilità di personaggi del livello di Alda Merini e Dino Campana. Un viaggio dal sapore onirico, suggestivo e ricco di mistero e misticismo. Il vascello ideale è rappresentato dai tre strumenti scelti da De Simone: pianoforte, spinetta e organo (rispettivamente Steinway e Sons, Neupert-Silbermann e Monarke). Se la componente folk è determinante, questo lavoro non guarda solo al passato, ma accoglie al proprio interno tutta una serie di contaminazioni che spuntano e sorprendono durante l’ascolto. Mourinho una volta ha detto: “chi sa solo di calcio, non sa tutto del calcio”. A maggior ragione, perché “chi sa solo di metal, dovrebbe sapere tutto del metal?”.
Voto: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.girolamodesimone.com
www.hanagoorimusic.com
www.konsequenz.it
www.neomediaitalia.it
<<< indietro


   
Banana Mayor
"Primary Colors Part I: The Red"
Deflore
"Epicentre"
Where The Sun Comes Down
"Welcome"
Lo Fat Orchestra
"Neon Lights"
Eyelids
"Endless Oblivion"
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild