Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - GG Allin
:: GG Allin - Freaks, Faggots, Drunks & Junkies - (Homestead Records - 1988)
Il quarto album per GG, accompagnato dai Bulge (terza band di Allin dopo i Jabbers e gli Scumfucs) è certamente quello che segna lo stacco dal periodo punk rock alla nascita di un genere decisamente più arrabbiato e potente, lo scum punk/hardcore – l’album che vede anche la variante selvaggia nei testi, decisamente più brutali ed estremi.
L’lp migliore, sotto molti aspetti (anche a detta dello stesso Allin) con i brani che hanno reso l’icona nichilista di GG un must per i suoi fans: Be my fuckin’ whore, Die When You Die (\"You\'re Gonna Die\" dei Destroy All Monsters, con un nuovo testo), Commit suicide, Outlaw Scumfuc di David Allen Coe, anche qui con testo modificato e Sleeping in my piss.
Per il documentario Hated:GG Allin e the Murder Junkies del 1993, sono state scelte 6 tracce live da questo album e due di queste, Die When You Die e Cunt Sucking Cannibal rimarranno nel live set di GG per il resto della sua vita.
Sara Palladino

Contact
www.ggallin.com
:: GG Allin - Hated In The Nation - (Roir Records - 1998)
Se dovessimo riepilogare o comunque spiegare a qualcuno chi fosse GG Allin, credo che un unico ascolto di Hated in the nation sia più che sufficiente. Punk violento. Punk della feccia, innanzitutto.
Inizialmente uscito sotto forma di cassetta, poi ristampato nel 1998, l’album raccoglie forse la serie più esaustiva di brani live e in studio con i gruppi del primo periodo( The Jabbers, The Scumfucs, e i Cedar Street Sluts)stralci di interviste al telefono, inserzioni promozionali di concerti.
Tant’è vero che il cd è attualmente l’unico a non essere mai andato fuori catalogo, anche nel website ufficiale di GG Allin.
Tra i produttori del lavoro, impossibile non menzionare David Peel (con il quale GG non mancò di litigare, all’epoca) . Memorabili le versioni di Bite it you scum, You hate me and I hate you, Sluts in the city, Blood for you e molte altre, per un totale di 56 minuti ( la ristampa contiene quattro tracce in più dell’originale: Radio Ad for GG\'s 1st Record, Out for Blood, I Wanna Eat You Out e Pissing on Cosloy). Il risultato è un viaggio vero e proprio, un libro aperto sulla folle carriera di Allin; per simulare l’impatto live, troverete alcuni monologhi on stage registrati da una performance del 1985 di GG a Dallas, Texas.
Voto: 8,5/10
Sara Palaldino

Contact
www.ggallin.com/
<<< indietro


   
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild