Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Furious Barking/Desmodus
:: Furious Barking/Desmodus - Italian thrash relics vol. I: De-Industrialized VS Human Wreck - (DeathStorm Records/ Rude Awakening Records - 2016)
Viviamo un periodo strano dal punto discografico, un ibrido tra ciò che è stato il mercato e quello che sarà. Perché attraversiamo una fase in cui l’industria è cambiata, ma nell’immaginario della gente (e forse anche degli addetti ai lavori) funziona tutto come prima. Ma soldi non ne girano, soprattutto perché tutti più o meno si sono convinti che la musica deve essere gratis. Così in questa situazione, che non è né carne né pesce, saltano fuori delle operazioni come Italian Thrash Relics, messa su da DeathStorm Records e Rude Awakening Records, finalizzate al recupero dei lavori di band italiane pubblicate tra gli 80 e i 90. Dischi meritevoli d’attenzione, ma che evidentemente passarono inosservati quando la scena era florida e ricca di distrazioni. In controtendenza, le due etichette nostrane si lanciano nell’impresa, anche in modo coraggioso (per i motivi di cui sopra), sfornando una tiratura limitata a 300 indirizzata a chi sostiene ancora il movimento. Il primo volume prende in considerazione Furious Barking (Lp autoprodotto De-Industrialized, 1991) e Desmodus (il demo Human Wreck, 1992). Procediamo con ordine, i primi brani sono ad appannaggio dei marchigiani Furious Barking, già recensiti su queste pagine, alle prese con thrash ad alto contenuto tecnico, che si rifaceva alla lezione di entità più evolute come Voivod o Watchtower. Scenari da incubo post atomico dipinti con pennellate nervose e schizoidi. Il tutto ovviamente eseguito a velocità elevate! Più canonica invece la proposta dei Desmodus, che a differenza dei FB, all’esordio discografico non ci sono mai arrivati. Per questo motivo la manciata di brani presente in questa produzione, che altro non è che la riproposizione del demo Human Wreck del 1992, rappresentano l’unica testimonianza della band. I Desmodus hanno un approccio più vicino alla scuola Testament/Exodus, quindi lineare (per quanto lo possa essere il thrash), e forse più acerbo, che puntava sicuramente maggiormente sull’impatto. Chissà cosa sarebbe saltato fuori se la band avesse avuto il tempo di coltivare le proprie ambizioni. L’operazione ITR è in sé una gran cosa e un atto di coraggio, ora sta a voi mettere mano al portafogli e dare una nuova opportunità a due compagini che avrebbero meritato miglior fortuna.
Voto: 7,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/deathstormrecords
www.facebook.com/Rude-Awakening-Records-831738453599657
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild