Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Fosch
:: Fosch - Per Chi Ela La Nocc - (Vacula Productions - 2019)
“Per Chi Ela La Nocc“ è il quarto album di questa formazione bergamasca, un concentrato di ferale black metal che trova nella batteria un alleato fedele per le scorribande chitarristiche che la band mette in atto; una furia incontrollata che regnerà per tutti gli otto episodi di questo album, o quasi, a parte qualche momento di relativa quiete.
Dopo una bella ed evocativa intro in lingua italiana narrata dal titolo “Al calar del sul”, prende vita il primo uragano chiamato “Crof”, ed è sangue dappertutto. La voce si alterna tra scream e growl, e la band si lascia andare ad una carneficina sonora incredibile. Si prosegue con “Fellonch”, nera come la pece ma più lenta e atmosferica. Qui la band a mio avviso tocca vette di oscurità davvero elevate, e paradossalmente sarà proprio nelle parti più cadenzate dell’album che la formazione mi colpirà di più. Quindi già questa canzone, col suo tocco ipnotico, sarà una delle mie preferite da qui alla fine. Nuovamente feroce la title track, con blast beat a cascata e una voce che sputa catrame ed odio. I riff sono taglienti, affilati, la produzione scarna riesce a donare ancora più morbosità al tutto. In questo pezzo si riaffacciano le parti vocali in growl, e anche i riff talvolta ammiccano a mio modesto parere al death metal; abbiamo quindi una sintesi tra black metal alla Marduk e old school death metal molto interessante. Molto bella anche “Fosch”, che alterna parti più cadenzate con belle rullate di batteria ad altre dove la band si lascia andare ad un black metal purissimo, che trova verso metà traccia la sua esplosione piena. E anche dopo la metà abbiamo un cambiamento di rotta che evita, per fortuna, la noia.
Un lavoro nel complesso davvero ben fatto: sinceramente uno dei più bei dischi di black metal italiano usciti negli ultimi anni e che ogni amante del genere nella sua forma più pura dovrebbe possedere.
Voto: 7,5/10
Joker

Contact
www.facebook.com/foschbg
<<< indietro


   
Riven
"The Suffering"
Gabriels
"Fist Of The Seven Stars Act 3: Nanto Chaos"
Partinico Rose
"Songs for sad and angry people"
Red Cain
"Kindred: Act I"
Kalevala Hms
"If we only had a brain"
Tyrant (US)
"Hereafter"
Underzone
"Underzone"
Khemmis
"Doomed Heavy Metal"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2020
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild