Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Fleshgod Apocalypse
:: Fleshgod Apocalypse - King - (Nuclear Blast - 2016)
Dopo il super successo di “Labyrinth”, uscito nel 2013 sempre per la label tedesca Nuclear Blast, la band italiana al momento più promettente viene a proporci un altro potenziale capolavoro.
A quanto pare ultimamente i Fleshgod Apocalypse sono rimasti vittima della stessa macchina che nel film degli anni ’90 “A spasso nel tempo” trascinò Boldi e De Sica in giro per gli svariati periodi storici. Con “Labyrinth” si erano catapultati nell’antica Grecia, avvolta dai propri miti, con questo nuovo “King”, invece, la digressione storica si ferma al medioevo e agli intrighi che riguardano le corti reali.
Al di là della ricercata e ben riuscita teatralità di questa band, lo standard rimane comunque altissimo. Veniva difficile pensare che avrebbero mantenuto un livello così alto come quello dello scorso album, che li ha portati davvero alle stelle facendoli diventare una delle death metal band più seguite, invece sono riusciti a non tradire gli ascoltatori e gli appassionati sfornando un altro disco sicuramente da non perdere.
In “King” lo stampo personale della band romano-perugina si sente forte e chiaro: riff aggressivi, drumming impressionante e arrangiamenti melodici e orchestrali da paura. Questi sono i caratteri che a mio parere meglio rappresentano il lavoro dei Fleshgod Apocalypse. L’album inoltre mostra un’importante maturazione compositiva della band, che adesso sembra dare più importanza alla dinamica nei brani. Infatti non saranno difficili da trovare parti più tranquille, anche con voce simil-parlato, che portando una dinamica più bassa fanno in modo che ci si goda ancor di più la potenza della parte successiva.
Di sicuro i brani migliori del disco sono i tre pezzi lanciati dalla band (e dalla Nuclear Blast), ovvero: “The Fool” , rilasciato come singolo al termine dello scorso anno; “Gravity”, le cui parole inneggiano alla sete di potere che il denaro suscita negli uomini e del quale è stato rilasciato un lyric video; e il bellissimo “Cold As Perfection”, del quale è stato rilasciato un video ufficiale. Ovviamente sottintendo che tutto il disco sia di grandissima fattura. Bellissima la chiusura con la title track “King” che, come per lo scorso album, è stata affidata al piano di Francesco Ferrini.
Credo che quella dei Fleshgod Apocalypse sia la migliore release di questo primo quarto di 2016, e con orgoglio posso affermare che finalmente una band nostra connazionale è una delle migliori degli ultimi 5/10 anni a livello internazionale.
Album che consiglio a tutto il pubblico metal!!
Voto: 9/10
Antonio Paolillo


Contact
www.facebook.com/fleshgodapocalypse
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild