Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Fist
:: Fist - Turn The Hell On - (Metal Mind – 2010)
La carriera dei britannici Fist è durata un paio d’anni, sufficienti comunque per la pubblicazione di due album. Ed è proprio del primo che ci occupiamo in questa recensione, l’occasione è fornita dalla ristampa in edizione limitata (2000 copie) pubblicata dalla Metal Mind. Originariamente stampato nel 1980 (MCA) dalla band fresca di cambio di nick (inizialmente il gruppo si chiamava Axe), Turn The Hell On rappresenta un ottimo esempio di rock duro di fine anni 70 inizio anni 80. Oltre alle influenze dei mostri sacri come Deep Purple, gli inglesi richiamano alla mente anche gli americani Riot per i riff granitici e la voce potente. Le dodici tracce contenute in questo disco fecero proseliti più tra la stampa specializzata che tra il pubblico. I buoni responsi giornalistici garantirono una dignitosa esposizione (vedi tour con gli AC\\Dc), le scarse vendite causarono il siluramento da parte della MCA. Ciò che rendeva particolari i Fist non era tanto la direzione musicale (suonavano, anche se meglio di altri, ciò che andava di moda in quegli anni) quanto i testi, lontani dai soliti argomenti orririfici\\occulti e vicini a tematiche sociali e\\o di vita tutti i giorni (“You\'ll Never Get Me Up” parla della paura di volare!). Pur contento brani mediamente dignitosi, TTHO non ha una vera e propria hit, questo mi rende difficile consigliarvi un brano invece che un altro e spiega come mai in un’epoca in cui i 45 giri spingevano le vendite, questo disco si sia rivelato un flop. A fungere da canto del cigno per la band ci penserà poi il secondo album, Back With A Vengeance, pubblicato dalla Neat Records. Se siete dei collezionisti, questo platter non può mancare nella vostra discoteca. Se vi approcciate solo ora alla NWOBHM, i classici da procuravi sono altri. Magari nel secondo giro di band da comprare, un pensierino per i Fist potete anche farlo.
Voto: 7/10
g.f.cassatella

Contact
www.metalmind.com.pl
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild