Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Expired
:: Expired - Certain Death - (Autoprodotto – 2011)
Siamo dinanzi ad un revival del thrash italiano? Alla luce delle tonnellate di materiale ricevuto in questo periodo direi proprio di sì, sebbene i più attenti ai movimenti underground converranno con me che il genere in questione non ha bisogno di revival: striscia sotterraneo nelle periferie delle città, in Italia come altrove, e riemerge quando si creano quelle sinergie tra bands che sono linfa vitale per la scena. Ecco che gli Expired si presentano come compagni di merende dei Devastator, anche loro presenti su queste colonne, e presentano il loro “Certain Death” in un festival al fulmicotone insieme alla band toscana, riportando i riflettori su quanto di meglio proviene dai gloriosi anni ’80.
Tralasciando la colorata copertina, disegnata in uno stile Crumbsuckers/Creeping Death che ho sempre disapprovato – e non sono immuni dal mio giudizio neanche i Death di “Spiritual Healing” – l’ep di quattro tracks rilasciato dalla band lombarda ha tutte le carte per apparire il biglietto da visita perfetto per il genere proposto. Stacchi, assoli essenziali e veloci, e una voce incisiva al punto giusto sono le tre caratteristiche più evidenti del sound Expired, con una decisa preferenza per il thrash di scuola americana rispetto a quello europeo. Ne è testimone la verve simil-melodica della opening track “Oblivious”, caratterizzata da continui cambi di tempo, ne è conferma lo stacchetto acustico di scuola Andreas Kisser che apre le danze in T.Q.M., nonché (M)ass Media, con un opening riff degno della migliore tradizione della Bay Area, e con quelle vocals torrenziali che hanno fatto la fortuna dei Dark Angel.
Sulla stessa linea la conclusiva “Wasure”, il cui arpeggio iniziale lascia spazio ad un brano interessante e ben costruito, che riporta alla mente gli Extrema negli stacchi di basso, e che presenta l’ottima forma del lead guitarist Mario Quintana (parente forse di Ron Quintana, il fanzinaro amico di Lars Ulrich?). Che dire… aspettiamo trepidanti il full length!
Voto: 7,5/10
Francesco Faniello

Contact:
www.myspace.com/expiredthrash
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild