Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Essenza
:: Essenza - Blind Gods And Revolutions - (SG Records - 2014)
Nuova avventura discografica per gli Essenza, storico power trio della provincia di Lecce; la band da anni in giro per locali e festival ci regala esibizione di vero puro metallo, grazie al loro sound energico e soprattutto genuino e tecnico al momento giusto.
“Blind Gods And Revolutions” è la loro ultima fatica, 8 tracce all’insegna del vero heavy metal, figlio degli anni ‘80 ma con un occhio verso il moderno.
“BGAR” si fa subito conquistare grazie a un riffing diretto, semplice all’ascolto e una struttura delle canzoni piacevole; come su detto, un sound dedito al metal anni ‘80 di stampo inglese e ai padri di questo genere, sound fedele anche nella produzione appositamente voluta dalla band per dare un tocco di naturalità e anche per fare breccia nei metal kids di vecchia data.
Grande il lavoro di batteria per Paolo Colazzo, artefice di una prova maiuscola, regalando la chiave moderna agli 8 brani, grazie a suo superbo lavoro che rende innovativa ed elegante la composizione dei brani.
Grandi i fratelli Rizzello, il mitico Carlo (voce e chitarra) e Alessandro (basso), a tessere ritmiche, soli e riff di alta qualità, a ricordare come ho già detto spesso band mitiche della NWOBHM come Angel Witch e Diamond Head.
“Blind Gods” è un album che si lascia ascoltare grazie alla struttura compositiva immediata e facilmente assimilabile, ascoltate brani come “Plastic Gods” e la superba “Bloody Spring” brano che fa ricordare le mitiche cavalcate dei Saxon. Strizzata d’occhio a un riff dedito al miglior Iommi con “The Song Inside” con la sempre ottima tecnica di Colazzo in prima linea; la vorticosa “The Fury Of The Ancient Witch” (brano ascoltato in sede live: potenza pura), dove Carlo Rizzello dà il massimo sfoggio della sua genialità compositiva di riff taglienti, tecnici e potenti allo stesso tempo; spazio a “Lost And Blind” brano che a primo impatto sembra quasi più hard rock, ma basta arrivare alla strofa per trasformarsi in un brano di puro sano heavy metal; un’altra strizzata d’occhio al sound Sabbath con “Fight For Change” con un bellissimo ritornello; per passare alla chicca “Seagulls In The Night” bellissimo e elegantissimo brano acustico, che vi farà capire l’eleganza che questa band è in possesso; chiude “Time (Keep My Memories Alive)”, classico riff messo in risalto dal talentuoso Colazzo per una canzone anch’essa figlia del sound britannico e oscuro dei Sabbath sempre con un ottimo ritornello.
Che dire in conclusione, questo “Blind Gods And Revolutions” è un ottimo disco, suonato a livelli altissimi e in possesso di ottime canzoni che si lasciano ascoltare, specie per chi ama il sound old style.
L’unica cosa mi chiedo: ma se, invece, di questa produzione (preciso scelta della band) ci fosse stata una produzione di quelle super moderne il risultato come sarebbe stato?
Voto: 8/10
Antonio Abate

Contact
www.essenzamanagement.com
:: Essenza - Contrasto - (Autoprodotto)
Sinceramente non so dove vogliano arrivare gli Essenza con il loro rock italiano, magari ben suonato, ma povero di idee. Musica del genere forse andava bene 10-15 anni fa (come minimo), ma oggi tutto è cambiato, forse loderei più la loro convinta(?) passione nel fare ciò che fanno, ma non credo che basti per andare oltre le solite touneè in pub o pizzeria (senza offesa per nessuno, eh!). Un cd come questo mi ricorda gli esordi dei livornesi Cappanera che dopo i mediocri risultati hanno \"cambiato disco\". Agli Essenza dico: se ci credete davvero continuate pure, ma io andrei a rispolverare i vecchi vinili di Denovo, Diaframma , Moda o primissimi Litfiba, che per lo meno hanno inventato qualcosa e le loro soddisfazioni se le sono tolte.

R

Contact:
Kick Promotion Agency
C/o Enrico Giannone
Via San Rocco 31
80016 Marano (Na) Italy

Fax 0039+081+7424110
Voice 0039+338+3191266

www.kickagency.com
:: Essenza - Devil’s Breath - (Bigmud-Armageddon Alliance Music – 2009)
Gli Essenza sono in attività dal 1993 ed hanno una particolarità. La formazione è composta da due fratelli. I fratelli Rizzello. Mentre il batterista risponde al nome di Paolo Colazzo. Il gruppo grazie a un intenso lavoro di promozione su tutti i versanti disponibili è diventato un nome di particolare rimarco nel campo dell’hard rock italiano. “Devil’s Breath” rappresenta la loro settima release a dimostrazione di un gruppo attivo e sempre operativo. Dal punto di vista musicale gli Essenza di “Devil’s Breath” riconfermano gli aspetti più interessanti del loro sound. Un sound che ha una matrice fortemente anni settanta che viene sottoposta ad un’azione di rinvigorimento grazie a consistenti apporti hard rock ed heavy metal. Il sound risulta molto compatto. Con poco spazio per le melodie. E con un cantato che mi ricorda quello di Morby ai tempi della sua militanza con i Sabotage. Forse “Devil’s Breath” non è un album “moderno”, ma è terribilmente efficace.
Emanuele Gentile

Contact
www.essenzamanagement.com
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild