Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - EpisThemE
:: EpisThemE - Descending Patterns - (Autoproduzione - 2014)
Gli EpisThemE sono una progressive metal band di Catania formata da cinque elementi. La band ha da poco pubblicato un full length autoprodotto di sette brani dal titolo “Descending Patterns” per una durata di poco più di mezz’ora. Il sound che risalta subito all’ascolto si può definire tranquillamente una riuscitissima miscela tra il miglior prog/metal di scuola anni ‘90 e le sonorità “estreme” di band come Megadeth, Meshuggah e Pantera. Un sound potente, distorto e allo stesso tempo pulito e leggero. Buona anche la qualità della registrazione che rende molto bene l’idea del timbro che la band vuol dare al proprio lavoro. Contrariamente a quanto ci si possa aspettare, “Descending Patterns” inizia subito spedito con una voce in screaming che s’intreccia molto bene alla linea di batteria, a quella del basso distorto e nella parte centrale effettato in giusta quantità (secondo i sacri dettami tooliani) e alla chitarra ora pulita ora sporca, lasciando anche spazio a momenti soft. Seguitando con l’ascolto, strutturalmente parlando ritroviamo nel brano “Erase That Frame” le stesse caratteristiche incontrate nel primo brano, con un occhio alle sonorità “spaziali” di Voivod e Glacial Fear; con “Silent Screaming” le cose cambiano, anche se nella parte centrale ritroviamo un interessante cambio di tempo con una linea di chitarra solista che rievoca le sonorità prog e neoclassiche. Un disco che scorre bene e non dispiace per niente, la cui parte centrale è caratterizzata da una song strumentale, “Shades of May”, mentre con “Blindside” torniamo all’impronta progressive metal a cui gli EpisTheme ci avevano abituato, per un brano dove vengono sapientemente impiegate le doppie voci, molto ben mixate con il resto della sezione strumentale. “Endless Apathy” e “Nemesis” chiudono “Descending Patterns”, due songs che si somigliano molto come struttura ma che hanno sempre dalla loro una buona dose di tecnica strumentale, specie in “Endless Apathy” dove si può apprezzare una buona intesa tra chitarra e doppia cassa. Se siete alla ricerca di qualcosa di innovativo e fresco, “Descending Patterns” è uno di quei cd che potrebbero soddisfare le vostre esigenze.
Voto: 8/10
Leandro Partenza

Contact
www.epistheme.it
www.facebook.com/epistheme
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild