Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Epica
:: Epica - Design Your Universe - (Nuclear Blast – 2009)
Eccoci per la seconda volta in quattro mesi a recensire un album degli Epica, questa volta però un full album. A maggio uscì “The Classic Conspiracy”, album registrato in Ungheria, ora però ci troviamo davanti questo “Design Your Universe” che potrei definire come un album classico degli Epica. Nulla di più rispetto a “Divine Conspiracy”, per il quale furono necessari più ascolti per farselo piacere. In effetti è così anche per questo nuovo lavoro. Ovviamente come struttura resta la solita, con le canzoni veloci dove Jansen canta col suo classico stile, mentre le ballate (anche se non ci sono canzoni strazianti come “Chasing the Dragon) cantate da Simone Simons che dimostra sempre più che la sua malattia è ormai solo un brutto ricordo. I pezzi che spiccano maggiormente sono quelli più lunghi, in ordine “Resign to Surrender” e “Kingdom of Heaven” molto epici, duri con il duetto Simons/Jansen che si fonde come al solito perfettamente, “Tides of Time” la ballata dove Simone da tutta se stessa per infondere emozioni sensazionali e la title track che a mio avviso riesce a riunire tutto in una traccia lo stile degli Epica.
Resta sempre un gruppo di punta del genere Gothic Metal, il gruppo che probabilmente sta già prendendo il posto dei Nightwish nel cuore dei fan del genere.
Voto:7.5/10
Christian

Contact
www.epica.nl/
www.myspace.com/epica
www.nuclearblast.de
:: Epica - The Classical Conspiracy - (Nuclear Blast – 2009)
Sono pochi, davvero pochi i gruppi capaci di stupire così come riescono a farlo gli Epica, con assoluta disinvoltura e semplicità, e così anche in questo capitolo, “The Classical Conspiracy”, in cui la symphonic goth metal band si addentra ne sentieri già calpestati, e per alcuni versi da considerarsi già triti, del live sinfonico eseguito con il supporto dell\'orchestra riesce a destreggiarsi egregiamente. Senza dubbio i capostipiti di questo filone furono i Deep Purple che già nel \'69, nell\'omonimo album lanciarono degli episodi registrati con l\'orchestra sinfonica. In tanti dopo, hanno cercato di seguirne le gesta, dai Rage (con lo strepitoso “XIII”) sino ai Metallica (con lo scialbo “S&M”). Ma la capacità della band Olandese sta proprio nel riuscire a rendere fresco e fruibile un lavoro di sì fatta specie, interpretandolo in maniera del tutto innovativa. E così in questo live in Miskolc, è evidente come l\'orchestra non sia il semplice soprammobile buttato sul palco a richiamare l\'attenzione di stampa e pubblico (Ehy qualche malalingua sta forse pensando ad “S&M”??), ma è una parte integrante dello show, un cuore pulsante che vive di luce propria, lanciandosi in performance classicissime come il “Dies Irae” verdiano o “Ombra Mai Fu” tratto dal Serse di Handel, oppure le cinematografiche “Pirates of Carribean” (pirati dei caraibi N.D.R.) o “The Imperial March” (commovente per un fan di Starwars come il sottoscritto, sentire la marcia accompagnata da quel doppio pedale) in cui la fa da padrona, e capace al contempo di farsi da parte, divenendo maestosa ed elegante cornice nell\'accompagnare il viaggio dei nostri eroi attraverso la loro storia musicale. Già perchè i metallari più oltranzisti non devono temere: gli Epica ci sono ed appaiono in forma smagliante, nelle oniriche trame vocali di Simone Simons (che sembra aver risolto del tutto i problemi di salute che costrinsero la band ad annullare il tour 2008 in America Latina) e nella feroce voce di Mark Jansen. I classici della band olandese ci sono tutti, da “The Last Crusade” a “Cry For The Moon”, da “Sensorium” a “Sancta Terra”, passando per “Chasing The Dragon” e “Living A Lie”. Questo doppio album è condito da una produzione notevole e da degli arrangiamenti di spessore, un marchio a fuoco, che rappresenta l\'ennesima prova (se ancora ce ne fosse bisogno), che gli Epica sono dei fuoriclasse.
Voto: 8/10
R. Doronzo

Contacts:
www.epica.nl
www.myspace.com/epica
www.nuclearblast.de
:: Epica - The Divine Conspiracy - (Nuclear Blast/Audioglobe)
Mah… Non ho mai amato questo power progressive con voce femminile e tastierone in bella evidenza. Tutto mi pare standardizzato, preconfezionato e studiato a tavolino. I brani cominciano tutti allo stesso modo con il slito tappetto di keyboard… Il sound veleggia fra momenti di intenso pathos neoclassico con altri più decisi e potenti… La voce cerca di modulare il proprio singing da tonalità power ad altre stile “Maria Callas” (immenso rispetto per la Divina-nda)… Il risultato viene poi oltretutto riempito con tonnellate di effetti e una produzione hollywoodiana pacchiana. In breve, un album che dopo il primo ascolto fa già dormire. Un album essenzialmente inutile e frutto di un’ottica da puro marketing. Un prodotto per una nicchia di mercato inflazionata e dove i gruppi interessanti sono davvero pochi. Mi riferisco ai gruppi synth power oriented con female singer… Il tutto e il resto è noia…

Emanuele Gentile
:: Epica - The Holographic Principle - (Nuclear Blast - 2016)
“Eccellente. Potente. Intelligente. Creativo. Ambizioso.” È la breve descrizione della Nuclear Blast per il nuovo disco della band olandese Epica. Band formata nel 2002 e che propone metal sinfonico, con il contrasto tra le voci di Simone Simons (voce femminile – delicata) e di Mark Jansen, ruvida e maschile. La band utilizza filosofia, scienza e spiritualità nei suoi testi, il tutto condito da melodie facili, tastiere “cinematografiche” e chitarre taglienti, con l’intro “Eidola” che ricorda i Rhapsody of Fire… E immergiamoci in questo ‘mondo sinfonico’! Precisando che la componente gothic è del tutto scomparsa – rispetto agli esordi – il disco si muove, come appena scritto poche righe fa, strizzando molto l’occhio alla band italiana anch’essa citata. Il disco scorre con facilità, con melodie e ritmi tranquilli… anche se la voglia di passare al brano successivo e/o quella sensazione di già sentito è troppo palese. Vado in fondo all’album e non è facile: le parti interessanti, ma comunque abusate e risentite, quelle con la voce maschile; le tastiere sono di staropoliana memoria e i cori sembrano riciclati (sempre dalla band triestina). La copertina, invece, è davvero bella… “The Holographic…” scorre tra l’incedere solenne dei brani e varie sfumature orientaleggianti, passando da melodie pompose a riffing poderosi, da ritornelli orecchiabili a parti più grezze (e accettabili). Ascoltare l’album per intero però non è facile – soprattutto se non seguite il metal sinfonico – e le canzoni che possono essere interessanti spesso vengono smorzate da cori e orchestrazioni ripetitivi: ascoltatelo e ditemi! Per me è troppo pomposo, soprattutto di questi tempi, un po’ in ritardo direi… ma niente suoni campionati, l’orchestra è registrata dal vivo. Consiglio l’album, ai fans della band e agli amanti dei suoni sinfonici e dai cori imperiosi; se però cercate l’originalità, avete sbagliato casa! Eccellente sì, ma spesso monotono! Potente, sì: ma a tratti! Intelligente, sì: ma non originale! Creativo, sì: ma niente di nuovo! Ambizioso, no… mi dispiace!
Voto: 4,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.epica.nl
www.facebook.de/epica
www.nuclearblast.de/epica
<<< indietro


   
Le Jardin Des Bruits
"Assoluzione"
Fragore
"Asylum"
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild