Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - DoomDogs
:: DoomDogs - DoomDogs - (Doomentia Records – 2010)
Prendete un frullatore, buttateci dentro Candlemass, Crowbar, Motorhead, Cult Oof Luna, Kyuss, Thunderstorm, Cathedral e Neurosis. Frullate tutto per qualche minuto. Il liquido ottenuto mettetelo nella stampo a forma di cd che tutti voi avete in casa. Lasciate raffreddare il tutto. Il giorno dopo togliete dallo stampo il cd freddo e inserirtelo nel vostro lettore, quello che ascolterete sarà qualcosa di simile a DoomDogs, album d’esordio della band omonima. Questi svedesi sono capeggiati da una vecchia conoscenza di chi come me bazzica la scena death dai primi anni novanta: Mr Tomas GG Eriksson, ossia l’Offensor dei Grotesque, band che dopo alcuni demo avrebbe mutato il proprio nome in At The Gates. Questo ritorno sulle scene però non ha nulla a che fare con il death, come ben si intuisce dal nome della band e dai gruppi che ho citato in apertura. Nell’arco delle sei canzoni che compongono questo esordio si passa dai Candlemass ai Kyuss, dai Neusorsi ai Pentagram. Dai Crowbar ai Neurosis. I più scaltri di voi potranno dire che alla fine, nonostante la comune matrice doom-stoner di questi compagini, DoomDogs possa essere un disco disomogeneo. Invece no, l’abilità dei quattro ceffi è tale che il tutto resta coeso e coinvolgente. Lo stesso GG, impegnato nel ruolo di vocalist e non di batterista, si dimostra una piacevole sorpresa, mostrando una voce versatile e camaleontica. L’aver optato per una registrazione in analogico, ha poi dato al disco un fascino settantiano a cui è difficile resistere (sentitevi gli assoli di Christer e ditemi se non vi sembra di essere stati catapultati indietro nel tempo). Scegliere un brano migliore tra i sei è opera ardua, però “Flight The Greed” e “Shout”, posti rispettivamente in apertura e chiusura del disco, sono qualitativamente una spanna su tutte le altre. Correte a comprare questo album, magari optando per l’edizione in digipack che una volta aperta diventa una croce.
Ps: Se vi è avanzato un po’ di frullato di cui sopra, provate a metterlo sul fuoco e distillarlo. Il risultato? I Black Sabbath, ovviamente.
Voto: 8,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/doomdogs
www.doomentia.com
:: DoomDogs - Unleash The Truth - (Doomentia - 2011)
I DoomDogs anche in questo loro secondo album risultano essere sempre il perfetto connubio musicale di gruppi come i Black Sabbath (in primis), Kyuss, Electric Wizard, Crowbar, Neurosis e Candlemass. Questa volta però i quattro svedesi si sono “evoluti” approcciando sonorità anche simili al progressive rock anni 70 in alcuni pezzi. Non ci credete?! Allora ascoltate “Legacy”, quarta traccia dell\'album, (interamente strumentale) che ricorda molto i King Crimson. Può sembrare una contraddizione come anche una citazione dovuta a un gruppo molto amato dalla band, a voi la scelta. Sta di fatto che Unleash The Truth inizia con un pezzo (“Eye For An Eye”) che vale da solo già tutto l\'album. L\'intro di “Save Me”, la seconda traccia, lascia presagire un abbandono dei suoni stoner per un pezzo più melodico...e invece no. “Save Me” è un brano che vi trascinerà in un vortice tale da farvi innamorare sempre più di questo gruppo (e siamo solo alla seconda song). La prova certa l\'avrete con “The Annie-Christ” e con il suo ritornello ipnotico. Stessa cosa con “Welcome To The Future”, la canzone più cupa di tutto l\'album. Da “Magic Of The Black Circle” fino a “Metal Mayhem” il filo conduttore sonoro si ripete ma soprattutto non stanca (forse solo un po\'). Il tredicesimo ed ultimo brano (riferimento esoterico?) è “A National Acrobat”, cover dei Balck Sabbath, magistralmente rifatta che chiude alla grande il lavoro di un gruppo che merita di essere conosciuto dal grande pubblico perché dotato di enormi potenzialità. Se sente come San Tommaso ascoltate Unleash The Truth!!!
Voto: 8,5/10
Peppe Doronzo

Contact
http://www.myspace.com/doomdogs
www.doomentia.com
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild