Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Don Turbolento
:: Don Turbolento - Attack! - (Autoprodotto – 2011)
Armato di soli synth e batteria, il duo bresciano “Don Turbolento”, torna a tre anni di distanza dal precedente lavoro in studio che li ha consacrati come una delle migliori band ‘sintetiche’ ed elettrofunk del panorama italiano, con “Attack!”, un disco maturo e convincente che sostituisce alla mancanza di basso e chitarra, una gamma di suoni wave ed energiche scariche ritmiche, maestria di synth e batteria funk che a tratti si ammorbidisce con suoni dal sapore pop e vagamente new punk. Come accennavo all’inizio, ‘Attack!’, convince, sin dalle prime note, un crescendo e decrescendo di suoni altalenanti che ricordano il salire e scendere delle scale mobili e non è solo un discorso circoscritto agli strumenti ma anche al cantato che ben si allinea al moto elettronico con testi curiosi e per niente banali e arrangiati, dalla orecchiabile “What i can” che potrebbe benissimo diventare una hit radiofonica di successo, alla più schizzata e rappresentativa “Attack!” dal sapore vagamente 80’. L’alternativa e screamadelica “Tanzen Dussendorf” coinvolge e incuriosisce, vuoi per il bizzarro testo ma soprattutto per il riuscito mix di dance, funk, elettronica, effettistica, si fa quasi fatica a pensare che a suonare questo ‘turbolento’ pezzo siano solo in due…verrebbe da pensare ad una folla di gente in sala registrazione!”Attack!” dei Don Turbolento è la punta di diamante della musica elettronica in Italia, il disco alternativo e diverso da tutto ciò che si ascolta abitualmente e che potrebbe rappresentare una fuga dal consueto…basta ascoltare “Desert line” per trovarsi immersi in un’atmosfera surreale, rarefatta e magistralmente orchestrata dove prezioso è stato il contributo di Max Collini degli “Offlaga Disco Pax” talenti new-wave italiani e mestri del synthpop , una collaborazione sofisticata e ben riuscita, un disco unico e imperdibile.
Voto: 8/10
sara centaro

Contact
www.myspace.com/donturbolento
<<< indietro


   
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"
Death2Pigs
"eMpTyV"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild