Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Diluve
:: Diluve - SpeedJaculation - (Ghost Record Label - 2013)
Seconda uscita per i toscani Diluve: dopo il full length “What The Hell…” la band torna con questo ep di cinque tracce “SpeedJaculation”, sempre sotto l’egida Ghost Record Label/Crashsound. Il solco su cui si muovono gli intenti musicali del quintetto è sempre il punk californiano, a cui in questa sede vengono spesso e volentieri abbinati altri spunti di varia provenienza. Esempio ne è l’opener “SpeedJaculation”, che nella sua struttura ricorda un po’ gli intenti burloni degli olandesi Focus o, se preferite, degli Helloween anni ’80, anche per l’uso del basso – va in questa sede ricordato come il citato gruppo tedesco sia noto per la sua importanza seminale per il power metal, certo, ma anche per lo spiccato senso dell’umorismo tipicamente amburghese. In sostanza, nel corso delle tracce dell’ep le mazzate del punk rock e del crossover thrash sono accompagnate da un senso della melodia che travalica le pur larghe maglie dei canoni californiani di Offspring, No Fx e compagnia bella. A questo proposito, non si può non sottolineare l’uso sagace dei coretti che esalta la cadenzata e metallica “HansJorg”, e la capacità del singer Andrea Volpi di muoversi tra le ruvidità tipiche del NYHC e gli acuti tipici dello speed/power. I cinque non si prendono troppo sul serio e non mancano di citare la tagliente “The Quass” poco prima della propria versione di “It’s My Job To Keep Rock Punk Elite”, altro grande classico dei No Fx che conferma come la band di Fat Mike si collochi sicuramente tra le influenze primarie dei toscani. Voglio dirlo chiaramente: i Diluve non inventano nulla di nuovo, ma sanno come essere convincenti. Almeno per le prime tre tracce, visto che (tralasciando la parentesi “italiana” di “StronzaVita”) la band decide di fare il verso più da vicino ad Helloween e Anthrax nell’intro di “Te Quiero”, salvo poi prevedere per questa track un’evoluzione poi degna dei Maiden di Janick Gers (periodo No Prayer/Fear Of The Dark) con coretto finale, per non parlare del mood “latino” che si respira comunque nel corso del pezzo, complici i fiati in stile Meganoidi. Insomma, una svolta “metallica” della band che nonostante peschi a piene mani dagli ingredienti già presentati sul tavolo ha però il difetto di avvenire all’interno del disco stesso, nonché (soprattutto) di apparire fuori luogo rispetto alla formula precedente sistematizzata dai Diluve. Concludendo, “SpeedJaculation” va preso per quello che è, ossia un ep che non può che segnare un punto di passaggio dal bilancio sostanzialmente positivo per un prevedibile e auspicabile nuovo capitolo della band. Nell’attesa, sono sicuro che i nostalgici del punk melodico californiano – specie di quello della prima ondata, dominato dalle etichette Epitaph e Lookout, e denso di bordate metalliche – troveranno delizioso un ascolto a questo lavoro.
Voto: 6,5/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/diluveofficial
<<< indietro


   
Le Jardin Des Bruits
"Assoluzione"
Fragore
"Asylum"
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild