Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Delain
:: Delain - April Rain - (Roadrunner – 2009)
Possibile passaggio di testimone nel mondo del gothic metal. Eh si, perché i Delain sembrano proprio essere gli eredi dei Nightwish in tutto per tutto. La benedizione arriva direttamente da Marko Hielata,bassista e back vocal del glorioso gruppo finlandese, che collabora con loro in due tracce dopo aver già collaborato nell’album di debutto dei Delain “Lucidity” del 2006. Il talento è davvero grande, hanno già la sonorità di un grande gruppo, il problema grosso è che probabilmente assomigliano troppo a quelle che sono le loro principali influenze, ovvero Within Temptation e gli stessi Nightwish. Essendo un fan del real-gothic, però, non posso che dare un voto nettamente positivo a questi cinque olandesi di enorme talento ed, a mio avviso, di sicuro successo futuro. L’album come già detto è molto ben eseguito, buone le sonorità ed ottimi arrangiamenti. Gli stili variano molto: partono dal classico stile symphonic/gothic dei Nightwish allo stile puro gotico dei Within Temptation a pezzi più duri,rafforzati dalla voce growl maschile, puramente stile Epica. Un gruppo di cui sentiremo parlare molto bene, in uscita il prossimo 27 marzo firmati Roadrunner: da non perdere!!!
Voto:7/10
Christian

Contact
www.delain.eu
www.delain.nl
:: Delain - Lucidity - (Roadrunner Rec.– 2007)
Martijn Westerholt, ex tastierista dei Whitin Temptation prova la soluzione guest star, in un disco dalle melodie e dai riff abbastanza vicino al gruppo succitato. I musicisti che hanno fatto parte al progetto sono molti come Ad Sluyter (Epica), Sharon (Within Temptation), Jan Yrlund (Lacrimosa) Liv Kristine (Theatr of Tragedy). I brani godono delle classiche parti cristalline dei melodic-gothic-album, contornate dalle voci femminili languide e ammalianti. C’è poca potenza e molta melodia, propriamente un disco leggermente discostato dai canoni heavy ma, dotato di un buon potenziale commerciale e immaginifico. Certamente chi vuole rilassarsi ha trovato un disco ottimo, che farà entrare l’ascoltatore in simbiosi con le atmosferiche note proposte. Buono il song-writing e la produzione.

Stefano De Vito
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild