Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Deadspace
:: Deadspace - Gravity - (Autoprodotto - 2016)
Con una copertina come quella di “Gravity” si ha subito quella sensazione di freddo e di nord Europa… quindi, Black Metal! Beh, dopo poche note ho capito che ci sono andato vicino vicino. Difatti, i Deadspace sono un collettivo musicale di personalità eclettiche che arrivano da Perth; solo che Perth si trova in Australia – ehm, non ci sono andato tanto vicino, vero? Ma bando alle ciance ed andiamo ad esaminare il dischetto in questione; “Gravity” è un Ep autoprodotto che contiene 4 tracce: “Birth”, “Life”, “Death” e “Rebirth”… e già dalle prime note dell’opener “Birth” (la prima traccia) si percepiscono quelle influenze che vanno a congiungersi nel sound della giovane band australiana; parlo di depressive, post rock/metal e elementi di goth rock anni ’80 (e black metal). La seconda traccia (“Life”) è più diretta, dove i ragazzi e la ragazza (già, c’è anche una ragazza nella band) pestano duramente, prima di rallentare con la successiva traccia (“Death”) e sprigionare il lato più depressive – per poi lanciarsi (e lanciarci) in cupe melodie e atmosfere post metal! “Gravity” è un dischetto abbastanza pesante, cupo e tormentato… quel tormento e rabbia che ritorna prepotentemente nella prima parte dell’ultima traccia (“Rebirth”), per poi catapultarci in una atmosfera depressiva guidata da una melodia in pieno stile atmospheric black metal – alla francese, per intenderci (nei primi brani, si ha la sensazione di riascoltare i primi Alcest). Purtroppo, non ho nient’altro da aggiungere… disgraziatamente – ma è quello che capita, quando una band non allega biografie e/o altre informazioni! Tranquilli però, perché queste quattro tracce parlano per loro; quindi, se amate le sonorità atmospheric/depressive/post black metal… beh, allora questo dischetto fa per voi – non è male! Ma onestamente... da una città sul mare, vi aspettavate una band simile? Io no! Burle a parte, in Australia non c’è solo rock’n’roll, bensì musicisti validi che hanno bisogno del nostro/vostro sostegno.
Voto: 7/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/deadspaceaus
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild