Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Deadspace
:: Deadspace - Gravity - (Autoprodotto - 2016)
Con una copertina come quella di “Gravity” si ha subito quella sensazione di freddo e di nord Europa… quindi, Black Metal! Beh, dopo poche note ho capito che ci sono andato vicino vicino. Difatti, i Deadspace sono un collettivo musicale di personalità eclettiche che arrivano da Perth; solo che Perth si trova in Australia – ehm, non ci sono andato tanto vicino, vero? Ma bando alle ciance ed andiamo ad esaminare il dischetto in questione; “Gravity” è un Ep autoprodotto che contiene 4 tracce: “Birth”, “Life”, “Death” e “Rebirth”… e già dalle prime note dell’opener “Birth” (la prima traccia) si percepiscono quelle influenze che vanno a congiungersi nel sound della giovane band australiana; parlo di depressive, post rock/metal e elementi di goth rock anni ’80 (e black metal). La seconda traccia (“Life”) è più diretta, dove i ragazzi e la ragazza (già, c’è anche una ragazza nella band) pestano duramente, prima di rallentare con la successiva traccia (“Death”) e sprigionare il lato più depressive – per poi lanciarsi (e lanciarci) in cupe melodie e atmosfere post metal! “Gravity” è un dischetto abbastanza pesante, cupo e tormentato… quel tormento e rabbia che ritorna prepotentemente nella prima parte dell’ultima traccia (“Rebirth”), per poi catapultarci in una atmosfera depressiva guidata da una melodia in pieno stile atmospheric black metal – alla francese, per intenderci (nei primi brani, si ha la sensazione di riascoltare i primi Alcest). Purtroppo, non ho nient’altro da aggiungere… disgraziatamente – ma è quello che capita, quando una band non allega biografie e/o altre informazioni! Tranquilli però, perché queste quattro tracce parlano per loro; quindi, se amate le sonorità atmospheric/depressive/post black metal… beh, allora questo dischetto fa per voi – non è male! Ma onestamente... da una città sul mare, vi aspettavate una band simile? Io no! Burle a parte, in Australia non c’è solo rock’n’roll, bensì musicisti validi che hanno bisogno del nostro/vostro sostegno.
Voto: 7/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/deadspaceaus
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild