Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Deadlock
:: Deadlock - Bizzarro World - (Lifeforce Records - 2011)
I Deadlock sono un sestetto tedesco abbastanza conosciuto nell\'underground per la loro produttività discografica. Album fino ad oggi abbastanza convincenti, touring misurato e una proposta musicale ben definita. Il sound della band è una combinazione di elementi opposti: assalti di chitarra taglienti, ritmiche d’impatto, citazioni pop, accenni orchestrali e un costante e ridondante rispondersi di growl e pulito.

Molto interessante il concept dell\'album, almeno per gli appassionati di fumetti. Il Mondo Bizzarro, noto anche come Arret, è un pianeta immaginario dell\'universo DC Comics. Introdotto nel 1960, Arret è un pianeta a forma di cubo, che ospita Bizzarro e i suoi compagni, inizialmente versioni Bizzarro di Superman, Lois Lane e figli. In seguito, altri personaggi vennero creati per incrementare la popolazione di questo luogo immaginario (versioni alternative e parallele dei più celebri eroi DC). Dalla sua introduzione negli anni Sessanta, il concetto di \"Bizzarro\" si è radicato nella cultura popolare e i Deadlock ne danno, con questo lavoro, la loro interpretazione di mondo costruito su estremi e antitesi.
Questo rapporto si reifica nella lotta tra voce maschile in growl e lindo cantato femminile, nello scontro tra durezza delle ritmiche e dolcezza delle linee melodiche, “strofa vs. ritornello” per intenderci.

Grandi premesse che, purtroppo, non si ritrovano nei brani di questa ultima fatica dei Deadlock. Tutti gli strumenti sono registrati alla perfezione, facendo sì che si percepisca ogni minimo contributo dello strumentista in questione. Eccezion fatta per i due brani strumentali, Alienation e Bizzarro World, le tracce dell\'album finiscono tutte per somigliarsi. Un tappeto musicale che non riesce quasi mai a coinvolgere l’ascoltatore a causa della costante presenza della voce femminile, spesso poco ispirata, che scandisce ogni sacrosanto ritornello e che alla lunga annoia. Non cito nessuna traccia in particolare perché questo schema base è applicabile per ogni brano.
Una cura maggiore nelle melodie vocali sarebbe stata necessaria, perché da un concept del genere ci si ritrova alla fine con 40 minuti di puro e semplicistico, quasi pop, cantato femminile che niente aggiunge alla carriera dei Deadlock. Quasi certamente un passo indietro per loro, che fa venire voglia di migrare su un pianeta parallelo alla ricerca della versione ‘buona’ dell’album.
Voto: 5.5/10
Francesco Marchionna

Contact
www.myspace.com/deadlock
www.lifeforcerecords.com
<<< indietro


   
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"
Death2Pigs
"eMpTyV"
The German Panzer
"Fatal Command"
Appice
"Sinister"
AA.VV.
"Live At Wacken 2015: 26 Years Louder Than Hell"
Salmagündi
"Life O Braen"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild