Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Cynic
:: Cynic - Traced In Air - (Season Of Mist – 2008)
Ricordo ancora quel giorno del 1993 in cui entrai in possesso della mia copia di Focus, esordio degli Statunitensi Cynic. In un mondo in cui internet non era ancora la grande livella culturale\\informativa, i cd li immaginavi e così quando li mettevi nel lettore non sapevi mai quanto la tua fantasia s’era avvicinata alla realtà. Le pagine di HM ne avevano parlato un gran bene di quel disco e, così, da giovane patito del Death –metal, non mi ero fatto sfuggire l’occasione. Quando ascoltai le prime note di “The Vail Of Maya” capii subito che mi trovato di fronte a qualcosa di insolito e stupefacente. L’ascolto completo del cd confermò queste mie sensazioni. Dopo quindici anni d’attesa ecco arrivare il successore di quel prodigio. Un lasso di tempo così lungo è lo scotto che la band ha dovuto pagare alla propria genialità. Se è vero che il movimento metal dell’epoca era meno frazionato in generi e sottogeneri (al massimo si arrivava alla disputa thrasher contro glamster), era anche vero che il metallaro medio era più restio alla contaminazione con altri generi. Così quei suoni fusion dall’anima algida passarono inosservati. Oggi il metallaro (ma esiste ancora?) ha una mentalità più aperta e soprattutto uno strumento, internet, capace di portargli in casa ogni tipo di sonorità, senza correre nessun rischio (economico). Oggi c’è spazio per tutti, nel bene e nel male. Così il ritorno di fiamma nei confronti dei Cynic ha portato prima alla re-union in ambito live (grande esibizione all’Evolution Festival del 2007, nonostante i suoni non fossero un granchè) e poi finalmente a questo disco. L’impressione che si ha dai primi ascolti è che gli statunitensi in questi anni siano stati con le orecchie ben aperte e che, soprattutto, non siano rimasti insensibili al fascino di quella che, a mio avviso, è la migliore creatura che il rock abbia partorito in questi anni: i The Mars Volta. Traced In Air è un ibrido tra le sonorità di Focus e i lavori della band del duo Omar Rodríguez-López-Cedric Bixler-Zavala. I suoni algidi, tecnologici che avevano contraddistinto l’esordio, si fondono con melodie simili a quelle degli autori di Frances The Mute, dando origine a uno strano ibrido dal fascino innegabile. Il gruppo ha preferito non vivere di rendita, ma ha smussato gli angoli del proprio sound (che in soldoni significa abbandono quasi definitivo del Death), riuscendo a mantenerlo comunque celebrale e anticommerciale. Se questa seconda vita artistica dei Cynic sarà più longeva della prima, non è dato sapersi. Ciò che è certo è che Traced In Air è uno dei dischi migliori di questo 2008.
Voto: 8,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.cynicalsphere.com
www.myspace.com/cyniconline
www.season-of-mist.com
<<< indietro


   
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild