Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Crobot
:: Crobot - Something Supernatural - (Nuclear Blast - 2014)
Quando ho visto la copertina di questo disco, la grafica del logo e tutto il resto mi hanno tratto in inganno, perché credevo fosse il “classico” gruppo stoner con i riferimenti alla psichedelia (che io adoro, sia chiaro), mentre la musica di questi Crobot, quartetto di Pottsville (Pennsylvania) è molto di più. Ovviamente, nelle loro canzoni ci sono gli imprescindibili Black Sabbath di metà anni ‘70 (e se è per questo c’è anche l’armonica a bocca…), ma nelle componenti della musica di questa giovane band c’è molto di più. Per loro stessa ammissione, il loro sound trae ispirazione dal meglio della musica rock dei seventies, quella delle canzoni “memorabili” dei Led Zeppelin, Deep Purple, Grand Funk Railroad e così via, di quando cioè il rock era davvero grande perché ancora giovane e ancora lontano dai compromessi con l’industria discografica.
Ma non bisogna credere che i Crobot si limitino a ripetere, sebbene con grande stile e gusto, la lezione imparata in anni di ascolti della loro musica preferita, e questo è confermato dalle altre iniezioni di sound “collaterali” al rock, vale a dire componenti di autentico blues e folk “Made in USA”, ritmi incalzanti e sincopati alla Rage Against The Machine (e infatti lo stesso Tom Morello non ha mai fatto mistero della sua infatuazione, per restare in tema settantiano, verso i riffs “circolari” alla Jimmy Page), il funky coinvolgente (specie nel basso) di scuola Red Hot Chili Peppers, le atmosfere “protometal” tipiche dei Soundgarden in alcune intro e bridge, unite a una “leggerezza” delle melodie che fa a tratti pensare ai Queens Of The Stone Age (anche senza confrontare il surreale, divertente e identico epilogo del video di “Nowhere To Hide” con quello di “No One Knows” della band di Josh Homme).
Il sound è potente, caldo, diretto, semplicemente “in your face”, e magistralmente progettato e mixato in modo da dare la giusta enfasi alle singole parti delle canzoni, risultando in una batteria pesante e corposa, un basso avvolgente e propulsivo e una chitarra infuocata e tagliente (che ricorre poco o nulla a sovraincisioni ritmiche), ma è proprio nella voce che la produzione di quest’album riesce a dare il meglio di sé per valorizzarla: ottimamente definita, ben armonizzata fra i vari verse e chorus, sempre perfetta nell’adeguarsi all’ottima e ispirata tecnica vocale del (davvero!) bravissimo Brandon Yeagley, ammaliante come Robert Plant, potente come Chris Cornell e coinvolgente come Anthony Kiedis. Fra i pezzi più rappresentativi dell’album potrei citare “Chupacabra”, “Night Of The Sacrifice”, l’opener “Legend of the Spaceborne Killer”, la già citata “Nowhere To Hide”, “The Necromancer” e “The Skull Of Geronimo”, ma in definitiva si tratta di undici pezzi davvero notevoli di un disco notevole, consigliato ai veri amanti dell’hard rock e dei suoi altrettanto pericolosi amichetti.
Voto: 9/10
WOLVIE

Contact
www.crobotband.com
www.facebook.com/Crobotband
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild