Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Criminal Jokers
:: Criminal Jokers - Bestie - (42records - 2012)
Con l’incedere di una marcia solenne e cadenzata da amare verità comincia il nuovo album dei Criminal Jokers, “Bestie”, spietato, cinico e diretto, nessuna scorciatoia si palesa all’orizzonte, nessuno sconto speciale, “...la fine che ci meritiamo è niente”, cita la prima e profetica traccia che poi è la title-track e direi anche la linea guida di tutto l’intero progetto animato da nuova linfa e un completo re-styling: dalla line-up (da tre a quattro componenti) alla sempre apprezzata decisione di cantare in italiano (rispetto al primo album in inglese), il risultato è dato da dieci tracce pungenti con testi dai significati che sono schiaffi in pieno viso, arrangiamenti dalla struttura folk rock e da incursioni a tratti new wave , con lontane rievocazioni punk tanto care alla band toscana.
Le “Bestie”, per intenderci, non sono animali feroci e neanche strani personaggi da freak-show, lo si capisce dal testo di “Fango”: gli indifferenti, i rassegnati e tutti quelli che restano a guardare inermi, sono loro le bestie… lo sa benissimo il frontman dei Criminal Jokers, Francesco Motta, batteria e voce… devo ammetterlo, una delle voci più interessanti della scena alternativa italiana, una voce ferma ed espressiva che scandisce ogni singolo suono come una battuta a macchina, chiara, rivelatrice. E mentre “Quando arriva la bomba” segue più o meno lo stesso rigore folk e cadenzato delle prime tracce, “Da solo non basti” dà decisamente una sterzata stilistica all’album con un’arrogante incursione elettronica e un convincente atteggiamento new wave. Con “Cambio la faccia” i Criminal Jokers raggiungono a mio avviso la maturità stilistica e compositiva, è racchiuso un po’ tutto il senso di “Bestie” in questo pezzo, una parentesi leggera e sensuale che viene immediatamente chiusa da “Lendra”, un bel rock’n’roll spinto e sporco, finalmente, che esplode all’improvviso come se fosse stato trattenuto per troppo tempo. Altro pezzo degno di nota è “Occhi bianchi” che fa scivolare l’album verso una fine annunciata e attesa con rassegnazione, la fine del mondo, aspettando il tutto inermi stesi sul letto di casa “nel centro del mondo”.
In definitiva, un disco pieno di sfumature quello dei Criminal Jokers, non ascrivibile ad un solo genere come si sarebbe tentati di fare ad un ascolto superficiale, dieci tracce che recitano stati d’animo a tutti familiari, senza retorica, solo consapevolezza.
Voto: 7/10
sara centaro

Contact:
www.facebook.com/CriminalJokers
<<< indietro


   
Raging Fate
"Gods of Terror"
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild