Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Corde Oblique
:: Corde Oblique - I maestri del colore - (Infinite Fog/Audioglobe - 2016)
Ogni tanto mi faccio stregare dai dischi, e così è stato per “I maestri del colore” dei partenopei Corde Oblique. Sarà la copertina, che richiama in tutta evidenza i manuali presenti sugli scaffali di mia moglie (e in effetti il titolo è mutuato dall’omonima e celebre collana di Storia dell’Arte), sarà la capacità dimostrata dall’ensemble di disegnare paesaggi sonori giustificando appieno l’artifizio di associare ogni traccia ad un colore, ma c’è da dire che il disco mi ha convinto sin dai primi ascolti, concepito com’è a guisa di “tavolozza pittorica in musica”, per usare le parole della band. Nonostante il loro sostrato prettamente folk ed intimista, le Corde Oblique approdano spesso e volentieri su lidi sonori che richiamano eccome i gusti di un’ampia frangia dei lettori di queste pagine: in primis, afferiscono all’ampio filone neo/folk (nonostante la band prediliga la più ampia definizione “progressive ethereal folk”) così legato a doppia mandata con il processo di evoluzione di tante espressioni più “estreme”; e poi, hanno condiviso il palco con My Dying Bride e Opeth, e si sente… a testimonianza di come l’apertura mentale di chi vive la musica a 360° non possa che portare a risultati eccellenti. La tavolozza sonora de “I maestri del colore” comprende tredici brani (più una ghost track dall’incedere metallico che non fa altro che confermare le mie impressioni) incastonati tra tradizione e innovazione, con lo stile chitarristico così vicino a Gilmour e a Knopfler dell’opener “Suono su tela” che si insinua nel malinconico incedere guidato dagli archi, o ancora con “Violet nolde” che non disdegna i Radiohead più eterei. Sono tuttavia le sonorità più ataviche a fare la parte del leone in questo disco: ne è esempio il flauto di “Giallo dolmen” doppiato da un coro tribale, posto lì a richiamare alternativamente le estreme coste eurasiatiche del Pacifico o le impervie alture andine; o ancora “Rosa d’Asia”, dal mood (paradossalmente) western liquefatto nelle sonorità del Sol Levante, in una sintesi che i cultori di Tarantino ben conoscono; per non parlare del forte richiamo a Baba Yaga presente su “L’urlo rosso”, con una scelta di colore che non appare affatto casuale. Certo, è la prestazione di Denitza Seraphimova su “I Sassi di Matera” a costituire uno dei picchi della tracklist, malinconica nenia che ci riporta tra la pietra di tufo che costituisce l’essenza della città a cui vengono tributati gli onori, un mood che ritroveremo anche sulla versione di “Amara Terra Mia”, quasi a costituire un vero e proprio legame concettuale tra i due episodi. È così che suggestioni provenienti da culture lontane si legano alla musica occidentale, con il mastermind Riccardo Prencipe che modula le sue sei corde a seconda della tradizione che intende omaggiare, in un attento lavoro di cesello e ricerca. Dinanzi ad un simile caleidoscopio di suoni e colori non mi resta che augurarvi buon ascolto…
Voto: 8,5/10
Francesco Faniello

Contact
www.cordeoblique.com
www.facebook.com/cordeoblique
<<< indietro


   
Blue Hour Ghosts
"Blue Hour Ghosts"
Devil’s Hound
"Depressive Letters"
Frode Hovd’s Aldaria
"Land Of Light"
Battle Beast
"Bringer Of Pain"
Virgin Steele
"Visions of Eden"
Overkill
"The Grinding Wheel"
Virgo
"Virgo"
In.Si.Dia
"Denso Inganno"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild