Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Colapesce
:: Colapesce - Un meraviglioso declino - (42Records - 2012)
Più che un debutto, “Un meraviglioso declino”, è il nuovo progetto di Lorenzo Urciulli (ex leader degli Albanopower), nome d’arte Colapesce, cantautore siciliano che con tredici ‘canzoni’ ci anticipa la bella stagione dosando in maniera sapiente ed esperta, tradizione e modernità. Con Toti Valente alla batteria, Giuseppe Sindona al basso e Francesco Cantone, chitarra e tastiere, Colapesce coinvolge numerosi altri musicisti che rendono ogni singolo pezzo unico e particolare: l’orchestra di Roy Paci ed il piccolo cameo della grande voce di Sara Mazo (ex Scisma)solo per citarne alcuni..Ad un primo ascolto poco importano le parole, i testi, i significati, l’attenzione è tutta incentrata sulla voce calda e morbida di Lorenzo, una perfetta coesione di note e corde rassicuranti, dopo la flebile intro “Restiamo in casa” con “Satellite” siamo al mare, siamo al sud, il freddo epico di quest’inverno è solo un ricordo sbiadito… l’impronta che “Colapesce” dà a questa traccia è delle più classiche del cantautorato made in Italy ma allo stesso tempo è contemporaneo quindi attualissimo. “Un meraviglioso declino” è un album che si lascia ascoltare ma soprattutto immaginare, ad ogni traccia il suo frangente, la sua ambientazione come in “La zona rossa” o nella malinconica e tersa “Un giorno di festa”, metafore e locuzioni intricate per raccontare di una città disarmata..o di un amore. Delicata e acida “Quando tutto diventò blu” è la traccia che ho preferito, quella che ho riascoltato più volte, a tratti ricorda la colonna sonora di un vecchio film italiano in bianco e nero(magari ambientato in Sicilia) ma allo stesso tempo la musica di un giovane cantautore che si avvale di viola violino e violoncello per ricreare sensazioni di tutti i giorni, geniale! La seconda parte del disco è un tripudio di collaborazioni, le tracce sono più ricche e poliedriche, la svolta la danno i “Barbari”che arrivano armati di flauto basso, corno francese e cori guidati dai “fiati” che creano illusioni vintage di sensazionale impatto. Colapesce è rassicurante, la sua musica ti porta a fissare il cielo disteso su una barca attraccata, si sta così bene cullati dalle onde, perché staccare gli ormeggi..
Voto: 7.5/10
sara centaro

www.myspace.com/colapesce
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild