Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Claudio Deoricibus with Andrea Braido
:: Claudio Deoricibus with Andrea Braido - Cuarenta - (Videoradio/Self - 2013)
Il mio personale apprezzamento per due dischi che toccano le più profonde corde dell’animo umano ha sempre travalicato le barriere dei generi, data anche la mia formazione classica. I dischi in questione sono “Alcazar de Sevilla” e “Friday night in San Francisco”, entrambi con la fondamentale partecipazione del sommo Paco De Lucia. Ultimamente, ai due elementi di cui sopra si è unito l’amore per Siviglia e l’Andalusia tutta, per i suoi orari non convenzionali e per i suoi panorami desertici che tanto ricordano la mia terra natia. Parafrasando alla lontana gli Almamegretta, nel bene e nel male un po’ di Andalusia è nel sangue di tutti noi e c’è chi è andato oltre, intraprendendo una vera e propria ricerca nei luoghi in cui tutto ha avuto inizio. È così che Claudio Deoricibus ha intrapreso il suo personale percorso nella storia del flamenco: nato in Sardegna nello stesso anno di uscita di “Entre dos Aguas”, vero e proprio cardine della discografia del suo futuro mentore, Deoricibus ha viaggiato più volte in Spagna alla ricerca dei segreti di questo glorioso genere, e il risultato è oggi nelle tredici tracce che compongono “Cuarenta”. Giusto tributo ad uno dei grandi della chitarra, dunque, che si realizza anche grazie al fondamentale apporto di un nome “pesante” della musica italiana, Andrea Braido; a chi si ricorda di lui come l’esagerato shredder di “Fronte del Palco” o sotto le mentite spoglie del suo alter ego Dottor Kranius non sarà sfuggita la sua passione per la chitarra classica, qui ancora una volta rimarcata in contrappunto al nostrano virtuoso del flamenco.
Si inizia dunque con “Don Paco”, un vero e proprio omaggio a De Lucia che ricorda molto lo stile del padre putativo di Deoricibus, ricalcandone anche i particolari accenti; si giunge successivamente all’ariosa “Plaza del sol”, la cui carica descrittiva ci porta per mano nelle strette viuzze della Penisola Iberica. Il viaggio continua con la malinconica “Sevilla”, con le sonorità latine di “Cuerdas y nada mas” e soprattutto con i serrati duetti di “Cuarenta” (con un Braido molto ispirato in coda), di “Ventanas rumberas” e con i funambolismi mai eccessivi di “Improvisando”, che mettono ancor più in evidenza le affinità e le differenze stilistiche dei due protagonisti. Resta da rilevare il sapore gitano di “Khamsin” per dare un’idea per quanto possibile completa di un disco che è anche e soprattutto un omaggio alla sonorità di una terra di frontiera da parte di chi ha impresso per sempre sulle proprie dita la grande tradizione del flamenco spagnolo.
Voto: 8/10
Francesco Faniello

Contact:
www.facebook.com/claudiodeoricibus
<<< indietro


   
Scuorn
"Parthenope"
Deadsydän
"From The Ashes"
Kreator
"Gods Of Violence"
Killsorrow
"Little Something for You to Chose"
Old Roger’s Revenge
"The Sea Lane"
An Autumn For Crippled Children
"Eternal"
MalClango
"MalClango"
Meraine
"Meraine"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild