Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Candice Night
:: Candice Night - Reflections - (UDR/EMI - 2012)
Si salvi chi può. Dopo otto dischi in studio con i Blackmore’s Night, creatura nata dall’unione sentimentale e musicale tra Candice e Ritchie Blackmore, chitarrista conosciuto in tutto il mondo per aver suonato con due band fondamentali nel mondo del rock quali i Deep Purple e i Rainbow, la cantante decide di intraprendere parallelamente al suo gruppo una carriera solista che ha come prima opera questo “Reflections”.
Avvicinandomi a questo cd mi aspettavo un album di mestiere suonato e prodotto in modo eccellente, piacevole da ascoltare, niente di eccezionale. Purtroppo ho trovato davanti a me solo tanta noia.
L’album alterna canzoni con una forte impronta pop, formate semplicemente da grandi tappetoni di tastiere, chitarre acustiche e dalla voce di Candice che va a cantare melodie senza infamia e senza lode, a brani che tentano di dare un pò di groove al tutto risultando però gli episodi peggiori del disco, come in “Gone Gone Gone” dove troviamo uno scialbissimo blues, o in “Dangerous Smile” dove avviene il vero e proprio tracollo: intro e strofa vengono affidate a un incrocio mal riuscito tra rock e elettronica, il ritornello sembra stato scritto da Avril Lavigne.
Una piccola parte del disco si può salvare, guarda caso quella più vicina all’esperienza con i Blackmore’s Night. Non è un caso che proprio “Black rose” sia stata scelta come “singolo” venendo accompagnata da un videoclip: violino, pianoforte, clavicembalo e soprattutto una Candice Night veramente a suo agio. Breve, raffinata e intensa. Discorso identico vale per “Alone with the fate” e la strumentale “In time”. Un pò poco per tirare fuori dal portafoglio venti euro o più.
In conclusione non mi sento di consigliare questo disco né a chi si avvicina per la prima volta all’artista, in quanto terrorizzato eviterebbe il progetto principale di Candice in cui la storia è un’altra, né a chi segue da anni la sua carriera in quanto in quest’album c’è molto poco dei Blackmore’s Night, quel poco che c’è viene suonato in maniera ovviamente inferiore, e il resto si può tranquillamente saltare.
Voto: 5/10
Enrico Cazzola

Contact:
www.candicenight.com
<<< indietro


   
Scuorn
"Parthenope"
Deadsydän
"From The Ashes"
Kreator
"Gods Of Violence"
Killsorrow
"Little Something for You to Chose"
Old Roger’s Revenge
"The Sea Lane"
An Autumn For Crippled Children
"Eternal"
MalClango
"MalClango"
Meraine
"Meraine"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild