Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Canada
:: Canada - Afterimage - (Andromeda Relix – 2010)
Se c’è un genere che in Italia ha prodotto un numero esiguo di band è l’AOR. Da cosa dipenda questo non lo so, però è un dato di fatto. Uno dei rari esempi di come questo tipo musica possa essere suonato anche da gruppi dello Stivale è dato dai Canada. L’origine di questo combo risale agli anni 80, sorti per l’iniziativa di tre amici, la band si è consolidata, nelle sue diverse incarnazioni, intorno alla figura di Massimo Cillo. Pur non essendo mai arrivati alla pubblicazione ufficiale, il gruppo nel lasso di tempo che va da l987 al 1995 ha prodotto ben quattro demo (1987-1988-1990-1995). Il brano “Don’t Throw Your Heart” è andato a finire, invece, sulla compilation Surgey Of The Power (1989). Afterimage non è atro che una raccolta di quanto è stato inciso in quel periodo, ovviamente la qualità è quella di registrazioni su cassetta risalenti a quasi venticinque anni fa. Però l’opera è meritoria (oltre che romantica), perché ripropone dei brani dall’indubbio fascino AOR con venature prog (la band agli esordi proponeva un genere simile a quello di Pallas, IQ e Pendragon). Il risultato finale mi ha ricordato gli Styx, anche se il cd non è propriamente omogeneo, raccogliendo pezzi scritti in epoche differenti. I brani che preferisco sono quelli che occupano le prime posizioni nella tracklist, queste canzoni denotano una forza e un entusiasmo trascinante. Meno riusciti invece quelli in coda, le tre bonus track provenienti dal demo del 1995, forse l’impressione negativa è dettata dall’uso della nostra lingua. Parafrasando Boskov, potrei dire: “italiano non è lingua di AOR”. In alcuni casi si ha la sensazione di ascoltare i Pooh (forse ho esagerato un po’!). Per gli amanti delle tecnica, non mancano i pezzi strumentali. L’impressione ricavata durante l’ascolto è quella di una band dal potenziale notevole, capitata nel paese e nel decennio sbagliato. Avessero inciso queste canzoni dopo l’esplosione dei nostri gruppi all’estero, Labyrinth in primis, oggi parleremmo dei Canada in modo diverso.
Voto: 7/10
g.f.cassatella

Contact
www.canadaprog.net
www.myspace.com/canadaprog
www.andromedarelix.com
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild