Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Blut aus Nord
:: Blut aus Nord - 777 – Sect(s) - (Debemur Morti Productions – 2011)
Solo qualche settimana fa, in occasione della ristampa del piccolo capolavoro dei Blut Aus Nord, The Mystical Beast of Rebellion, scrivevo nella mai recensione che ne avremmo sentite delle belle il giorno in cui sarebbe uscito il nuovo album dei transalpini. Questa mia certezza non nasceva da doti divinatorie, ma da quanto ascoltato nel bonus cd incluso nella ristampa. Oggi che 777 – Sect(s) è sulla mia scrivania, devo evidenziare come i francesi abbiano superato ogni mia più rosea aspettativa. Sin dallo stupendo artwork firmato dal cileno Fenomeno Deisgn, si intuisce che la qualità è alla base di questo lavoro. I sei capitoli di 777, prima parte di una trilogia il cui secondo capitolo verrà pubblicato a settembre e il terzo a novembre, presenta una band in gran spolvero capace di coniugare al meglio black, industrial e ambient. Il grumo nero è disturbante e ammaliante allo stesso tempo. Ha un potere ipnotico non da poco, quasi fosse un mantra nero. Ottima anche la resa sonora, cosa che sui precedenti dischi non risultava sempre soddisfacente. Questo ottavo capitolo discografico del gruppo capitanato da Vindsval è un vero toccasana per gli amanti del black metal meno convenzionale ma al tempo stesso in sintonia con la filosofia primigenia del genere!
Voto: 8,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.blutausnord.com
www.debemur-morti.com
:: Blut aus Nord - 777- The Desanctification - (Debemur Morti Productions – 2011)
Quando mi è stato consegnato “777 – The Desanctification”, secondo capitolo della trilogia dei black metallers francesi Blut Aus Nord, ho subito ascoltato “777 – Sect(s)”, la prima parte. Le sensazioni e le emozioni trasmesse nel sentire questi due cd sono state immense. Un viaggio unico immerso in sonorità cupe, tipiche del black metal, ma con influenze industrial. Vindsval e co. fanno un\'ulteriore passo avanti dal punto di vista del suono, abbandonando i tipici schemi black, per abbracciare quelli sperimentali propri di gruppi come Godflesh e Nine Inch Nails. Il tutto è dovuto soprattutto alla maestria del batterista W.D.Feld, il quale ha curato anche le parti di musica elettronica. “777 – The Desanctification” è un opera meravigliosa e monolitica allo stesso tempo! Un muro di suono che vi avvolgerà e vi porterà ad amare tutta la discografia di questa incredibile band d\'oltralpe. In ultima analisi non ci resta che attendere il terzo ed ultimo capitolo della trilogia. Vi assicuro una cosa, appena uscirà, ascolterò tutti e tre gli album consecutivamente per poter apprezzare a pieno l\'essenza di quest\'opera.
Voto 8/10
Peppe Doronzo

Contacts
www.blutausnord.com
www.debemur-morti.com
:: Blut aus Nord - Memoria Vetusta III: Saturnian Poetry - (Debemur Morti Productions - 2014)
Per chi non lo ricordasse, nel lontano 1996 uscì la prima parte di questa trilogia, Memoria Vetusta I: Fathers Of The Icy Age. Tredici anni dopo su Candlelight Records fu la volta del bellissimo Memoria Vetusta II: Dialogue With The Stars. Quest’anno invece, tramite la francese Debemur Morti Productions, vede finalmente luce il terzo capitolo, Memoria Vetusta III: Saturnian Poetry. Chiusa ormai la splendida e innovativa trilogia “777”, i francesi tornano alle origini, rispolverando quell’atmospheric black metal molto caro alla band e ai fan di vecchia data. Punta di diamante la cover realizzata dal maestro Necrolord, che coglie appieno l’animo dell’album e regala lo sfondo perfetto per questa “colonna sonora” (del resto anche l’occhio vuole la sua parte). Non aspettatevi quindi sonorità avantgarde e industrial, cari metalheads, ma solo il “metallo nero” unico e inconfondibile con la quale il complesso esordì nelle prime release. I sette pezzi richiameranno nell’attento ascoltatore le atmosfere nordiche e siderali, grazie alle sempre presenti tastiere accompagnate da chitarra e voce di Vindsval. Chissà con cosa ci stupirà la prossima volta il terzetto di Mondeville, io personalmente non saprei se scegliere un nuovo capitolo 777 o un Memoria Vetusta IV... sinceramente opterei per entrambi se potessi.
Voto: 8,5/10
Fedele Straniere

Contact
www.debemur-morti.com
:: Blut aus Nord - The Mystical Beast of Rebellion - (Debemur Morti Productions – 2011)
In campo black metal ho sempre avuto una visione eccentrica. Fermo restando i capisaldi della scena scandinava (Dark Throne, Mayehem, Emperor e Carphatian Forset), ho sempre ritenuto la Grecia la nazione con la media qualitativa più alta. In questa mia particolare concezione eretica, la Francia ne esce bene. Le band transalpine hanno avuto un approccio al genere abbastanza personale e, soprattutto, non scontato. Basti pensare ai Misanthrope. Una delle band migliori spuntate dal suolo francese a metà anni novanta risponde al nome Blut aus Nord. Dopo un paio di lavori rilasciati per la Impure Creations Records (Ultima Thulée - 1995 e Memoria Vetusta I: Fathers of the Icy Age – 1996), nel 2001 la band pubblica il proprio capolavoro The Mystical Beast of Rebellion (Oaken Shield/Adipocere). Quest’opera viene oggi riproposta con una nuova veste grafica e con un cd bonus dalla Debemur Morti Productions. Operazione meritoria visto che il disco originale è diventato abbastanza raro e che a quanto già di buono c’era va aggiunto il secondo cd contenente una mini suite di tre brani, composta esclusivamente per questa ristampa, che mostra un gruppo in piena forma. Se il cd originale presenta una band che si rifà in maniera egregia alla lezione dei grandi del nord Europa (sound minimale e primitivo), il nuovo cd evidenzia delle scelte stilistiche differenti, con brani più lunghi, oscuri e atmosferici. Il concept delle nuove composizioni è riconducibile a quello dei brani originari, quindi non so se questo bonus cd possa essere considerato un antipasto di un eventuale nuovo lavoro. Ma se così non fosse, sarebbe un vero peccato!
Voto: 7,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.blutausnord.com
www.debemur-morti.com
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild