Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Blut
:: Blut - Hermeneutics - (Ausr - 2020)
Faccio subito un esempio per farvi capire questa mia recensione. Adoro Stephen King e ne ho letto tutti i libri, tranne la saga della Torre Nera perché il fantasy non lo comprendo, non lo capisco, né mi garba più di tanto. Questa sensazione mi è tornata alla mente con l’ultimo dei Blut, combo autore di un metal leggero e poco gothic, nonché spruzzato di steampunk. Una raccolta di 22 brani questo “Hermeneutics” che raccontano una storia (o concept) di tarocchi con voci maschili e femminili esageratamente mistiche, molto da attori teatrali, nella magia di una proposta professionalmente impeccabile ma che non lascia il segno (tipo “Nostradamus” dei Judas Priest… con le dovute proporzioni musicali). La line-up è composta da Alessandro Schümperlin (vocals, backing vocals, programming, composer, producer) Chiara Manese (vocals, backing vocals, co-composer), Stefano Corona (synths) e Marco Borghi (guitars). La copertina curata da Giulio Rincione (Dylan Dog, fra gli altri) è forse la trovata migliore del disco, un lavoro sviluppato in una sorta di thriller musicale ove la musica si intreccia con il testo ma non resta niente di così emozionante da farti riascoltare il disco. Potresti ascoltare il primo brano e l’ultimo non riuscendo a distinguerne il capo né la coda. Ovviamente da elogiare la potenza della produzione e l’eccentricità di un’idea tutt’altro che malsana. Non riesco ad ascoltare due brani di fila, probabilmente per la mia non adatta predisposizione al fantasy, alle letture dei tarocchi e a questo tipo di sound che sa di troppo costruito a tavolino. Auguro ai Blut tantissima fortuna sperando di essere smentito dal loro successo, anche perché in questa recensione non si mette in discussione la professionalità né la fatica né la genialità del gruppo... tutta mia la responsabilità per le righe di cui sopra (ahahah... puoi contarci, ndr). Vado a riprendere “L’Ultimo Cavaliere” e cerco di leggerlo ma so già che non riuscirò a sfogliarne più di un paio di pagine.
Voto: 5/10
Daniele Mugnai

Contact
www.facebook.com/Blutband
<<< indietro


   
Vader
"Solitude in Madness"
Primal Fear
"Unbreakable"
Bait
"Revelation of the Pure"
Nirnaeth
"Anthropocene"
Primal Fear
"New Religion"
Boisson Divine
"La Halha"
Blut
"Hermeneutics"
Svanzica
"Red Reflections"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2020
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild