Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Bleed Someone Dry
:: Bleed Someone Dry - Subjects - (Kreative Klan - 2012)
Date in mano a un depresso una pistola e fategli ascoltare questo cd. Scommettiamo dopo quanti attimi tenterebbe il suicidio? O dopo quanto vi farebbe fuori solo per averglielo fatto ascoltare?
Essenzialmente “Subjects” (questo è il titolo) di buono ha solo il livello tecnico di tutta la band, che viene ahimè sprecato nelle nove tracce di questo lavoro, pubblicato per l’etichetta Kreative Klan, la quale sostiene di essere (forse) davanti ad una delle migliori produzioni italiane di questi ultimi tempi.
La band si definisce Mathcore con particolari influenze che spaziano tra Meshuggah, Sepultura e Soulfly. “Bleed Someone Dry” è il loro nome, e i testi trattano tematiche che spiegano “quella sensazione di sottomissione e oppressione che un tal individuo prova ogni giorno nella routine della vita quotidiana; la manipolazione, le ingiustizie, la corruzione sono le armi che il nemico utilizza per piegare la libertà di essere del tal individuo”, ed ecco spiegato il motivo per cui questo lavoro risulta piatto, dall’inizio alla fine.
Già l\\\'avvio non promette niente di buono con “Bleed”, song della durata di 1’13”, ma dobbiamo dare sempre il beneficio del dubbio. Da “As Broken Shards” fino a “The Law Is Not Equal For All” regna perenne il caos e la monotonia (stessi pattern ritmici, stessi riff di chitarra, stessa voce).
A dare ogni tanto segni di umanità sono degli spezzoni melodici, con il brano “Corrosive Whisper” oppure riff di swing nella parte centrale di “The Law Is Not Equal For All”. “Till the end” è essenzialmente un brano da colonna sonora grazie ai suoi campionamenti, che vedrei molto bene in un film come “Resident Evil”. Caratteristica di questo cd sono gli stacchi netti durante l’esecuzione dei brani, tipici del genere proposto. Tecnicamente “Subjects” è un ottimo lavoro, la registrazione anche, ma non lo consiglierei a nessuno, almeno qui in Italia.
Voto: 5/10
Leandro Partenza

Contact:
www.bleedsomeonedry.com
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild