Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Black Surface
:: Black Surface - Black Surface - (Autoprodotto -2010)
Non esagero dicendo che conosco almeno un paio di persone che 15 anni fa avrebbero desiderato ardentemente suonare in un gruppo come i Black Surface. Il profondo Sannio come i deserti dell’America occidentale? Sembra proprio di sì, a sentire le quattro tracce che compongono il demo d’esordio dei Black Surface, trio beneventano dedito ad una curiosa commistione tra la tradizione stoner degli anni ’90 e il noise degli Unsane.
Nato nel 2009, il trio alterna coraggiosamente brani strumentali a brani cantati con risultati alterni, aderenti ad un genere che è rimasto di nicchia persino negli anni della sua maggiore fioritura ma che non ha mancato di lasciare ai posteri una serie di gemme prodotte dai gruppi che seppero mostrare genio compositivo e la giusta apertura a varie sonorità, come i gloriosi Kyuss.
Stacchi e fill di chitarra che ricordano addirittura i primi Machine Head di Robb Flynn e Logan Mader aprono le danze in “Living in this time”, per lasciare spazio ad un’inquietante strofa arpeggiata in cui il singer Luca Martone richiama sia le atmosfere lisergiche degli Electric Wizard sia il noise italiano degli anni ’90 (vi dice niente la scena fasanese, o la East Coast adriatica in generale?). “Angry Bird” presenta un tipico riff stoner su cui il cantato si mostra maggiormente articolato, alla ricerca di una melodia sbilenca quanto evocativa che trova la sua soluzione finale nell’essenziale assolo di chitarra. I restanti brani, “Black Surface” e l’ipnotica “Valkyrja”, sono per quanto possibile ancora più cupi e senza compromessi, pur necessitando a mio parere di un contesto più organico per emergere, nonché di un’esecuzione più decisa e convincente. Attendiamo la band sulla lunga distanza per esprimere un giudizio definitivo…
Voto: 6/10
Francesco Faniello

Contact
www.myspace.com/blacksurfaceband
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild