Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Black Star Riders
:: Black Star Riders - Heavy Fire - (Nuclear Blast - 2017)
“This is a call to innocence… This is a call to arm yourself”. Ritornano con il terzo album i BSR, dopo l’acclamato disco del 2015 – The Killer Instinct – con uno spavaldo hard rock, registrato con il produttore Nick Raskulinecz (Deftones, Rush, Foo Fighters …); il sound del nuovo disco cerca di scrollarsi di dosso la matrice thinlizzyana, sciorinando un fottuto album di vero hard rock – alla vecchia maniera! Le melodie sono accompagnate dalle chitarre energiche, con atmosfere travolgenti e dai refrain accattivanti e “orecchiabili”, come la seconda traccia, When the Night Comes In! L’accattivante e rocciosa Who Riders the Tiger è una bella scarica di energia con il suo riff roccioso – un brano davvero efficiente! Si passa anche per Cold War Love, ove ho avvertito un leggero richiamo al primo Bryan Adams. Insomma, Heavy Fire è un album dalle mille sfaccettature… la band propone perlopiù hard rock di stampo U.S.A. (quello più radiofonico) e sempre con un livello compositivo e strumentale di alto livello; è un lavoro con nuove idee e che cerca di scostarsi dall’ombra dei Thin Lizzy; è un disco che si fa ascoltare con facilità e che non richiede tante pretese! Ideale per lunghi viaggi e per serate all’aperto. Piace, ma non fa gridare al miracolo (6,5 è il voto giusto)!
Voto: 6,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.blackstarriders.com
www.facebook.com/blackstarridersofficial
www.nuclearblast.de/blackstarriders
:: Black Star Riders - The Killer Instinct - (Nuclear Blast - 2015)
Ok, la storia dei Black Star Riders la sappiamo tutti: ex membri dei Thin Lizzy, che non potendo sfruttare il vecchio monicker, decidono di portarne avanti il verbo sotto altre spoglie. Ma per quanto un tizio possa essere al corrente di questa cosa, sentiree un loro album è sempre strano. Perché ti fa piacere riascoltare i Lizzy, ma ti fa anche giare le palle sapere che altri ne scimmiottano lo stile. Certo questi (ex) ragazzi, si sentono autorizzati a farlo in virtù dei loro trascorsi, quindi cavalcano sorridenti la bomba come la ragazza nella copertina. A tutti però è capitato di tornare in alcuni luoghi speciali della propria infanzia, e ,una volta lì, essere soffocati dal calore dei ricordi e dalla tristezza della consapevolezza che il tempo passato non ritornerà più. The Killer Instinct genera questi contrasti interiori, così come il suo predecessore All Hell Breaks Loose. Sentimenti a parte, dal punta di vista più prettamente musicale i brani (10 nell’edizione base, salgono sino a 16 nelle varie versioni limitate) sono buoni, fatti con mestiere (sin troppo), ma non trascendentali. La ricetta è la solita della band madre, hard\\heavy melodico, più o meno tirato, con scappatelle nel folk irlandese, canzoni orecchiabili e ballatone strappamutande. Il livello globale è inferiore rispetto al precedente, nonostante i BSR abbiano tentato di riprodurne fedelmente la ricetta. Detto che già l’esordio non m’aveva entusiasmato, facile capire come questo disco non finirà nella mia top ten annuale (ma neanche nella top fifty). Avvicinatevi a The Killer Instinct con le giuste cautele, perché non è il non è il nuovo Thin Lizzy, altrimenti sarete soverchiati dai fantasmi del passato, come è capitato al sottoscritto, che ha maturato sì degli istinti assassini, ma vi lascio immaginare nei confronti di chi!
Voto: 5/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/BlackStarRidersOfficial
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild