Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Blaak Heat Shujaa
:: Blaak Heat Shujaa - The Edge Of An Era - (Tee Pee Records - 2013)
Altro power trio, altra uscita Tee Pee, altro pieno centro. Questa volta abbiamo una band dal monicker vagamente fiammingo, che tradisce origini francesi pur essendo saldamente basata in California. Giunti al terzo disco dopo il debutto omonimo e l’ep “The Storm Generation” uscito lo scorso anno, i Blaak Heat Shujaa agiscono sotto l’egida di zio Scott Reeder (The Obsessed/Kyuss, per i profani), la cui supervisione contribuisce all’uscita di questo “The Edge Of An Era”: cinque tracce (più intro) di lisergico rock desertico con i piedi ben saldi nell’hard/stoner e la mente che viaggia verso i confini della psichedelia (non solo sonora, posso immaginare). Nei dieci minuti della funerea “The Obscurantist Fiend (The Beast Pt. I)” il singer Thomas Bellier gioca la carta del sempiterno Ozzy-style, coadiuvato in ciò da un sostrato spettrale che unisce stoner rock e suggestioni darkeggianti di matrice britannica. Un disco kyussiano anzichenò, per citare Dylan Dog, con la successiva “Shadows” che richiama persino i Doors nel suo intento “desertico”, si dilata quanto basta per seguire il proprio disegno sonoro, per poi beneficiare di una coda in stile “Demon Cleaner”. “Society Of Barricades” ha qualcosa di proto-grunge, mentre con “Pelham Blue” (la traccia più corta, con i suoi cinque minuti e venti) i Blaak Heat Shujaa mettono sul tavolo il potenziale “singolo”. Una band molto suggestiva, con attenzione sia alle melodie che alle atmosfere eteree in ognuna delle tracce presenti, e in grado di esercitare elevato magnetismo nei confronti dell’ascoltatore nonostante l’elevata durata delle tracce. Appena la Tee Pee metterà su un festival itinerante, mi troverete lì.
Voto: 7,5/10
Francesco Faniello

Contact:
www.blaakheatshujaa.com
www.facebook.com/blaakheatshujaa
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild