Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Bibleblack
:: Bibleblack - The Black Swan Epilogue - (Vic Records – 2009)
Uno dei dischi fondamentali del metal anni novanta è l’esordio omonimo degli Abstrakt Algebra. Il gruppo viene ricordato come il progetto di Leif Edling all’indomani di una delle tante pause dei suoi Candlemass. In realtà in quella compagine c’erano altri musicisti che proprio sconosciuti non erano, ma che furono sovrastati dalla presenza del mastermind della doom metal band svedese. Mi riferisco a Mike Wead (Mercyful Fate, King Diamond, Memento Mori, Candlemass, ecc) e Simon Johansson (Memory Garden, Fifth Reason e Steel Attack), le due chitarre degli AA. Oggi i due ritornano a 15 di distanza da quell’album con un nuovo progetto intitolato Bibleblack, che in parte conserva la vena oscura che aveva caretterizzato l’avventura AA. A far compagnia ai due troviamo altri personaggi più o meno noti della scena scandinava: Tobhias Ljung (The Bereaved) alla batteria, Kacper Rozansk alla voce e Jonaz Bulund al basso. A questi si aggiungono, in veste di special guest, Ronny Hemlin (Steel Attack, Tad Morose), Kristian Andrén (Memento Mori, Fifth Reason) e Matthias Ljung (Hearse), tutti e tre impegnati nelle clean vocals. Ricondurre però le sonorità di questo nuovo gruppo agli AA sarebbe cosa errata, perché se è vero come ho detto prima che anche in TBSE c’è una vena oscura, le somiglianze tra i due gruppi finiscono qua. I Bibleblack sono molto più swedish death metal oriented, anche se non si fossilizzano su questo genere. La vena progressiva della band è evidente, così come la voglia di esplorare generi differenti. Dovendo fare un paragone potrei tirare in ballo i Savatage versione concept album e i Cradle Of Filth più sobri (o meno pacchiani). L’album è teatrale, tirato, oscuro, maligno. In una parola: bello. Se non fate l’errore di paragonarlo a quel capovolavoro che fu Abstrakt Algebra, sono sicuro che piacerà anche a voi.
Voto: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/bibleblackofficial
www.vicrecords.com
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild