Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Bancale
:: Bancale - Frontiera - (Ribess/Fumaio/Palustre - 2011)
Quando la musica incontra poesia e quotidianità, si discosta dal consueto, si sporca di suoni, rumori e realtà cittadine che ne hanno alimentato le fucine non si può fare a meno di rimanere affascinati dalla contemporaneità di tutto ciò. Artefici di questo complesso processo creativo sono i bergamaschi Bancale, pronti a presentare un disco insolito e raffinato, \"Frontiera\", dagli atteggiamenti blues e dalle pennellate acide di colore noise.
\"Randagio\" è la prima delle dieci tracce, poche note per rendersi conto che l\'ascolto di questo album non ci lascerà indifferenti. Nessuna nota dolce, nessun ritornello diretto ma il suono nudo e crudo della lamiera di Fabrizio Colombi che introduce il testo di Luca Baracchetti tutto così dettagliato e raccontato che si \"immagina\" mentre si ascolta. Il noise impervia l\'elettronica di mr Rossi crea un\'atmosfera da trip, magia accentuata dalla voce narrante arrabbiata e trascinata.
Rumori metallici e pesanti come gocce d\'acqua sul metallo sono il filo conduttore dell\'intero disco, sempre in sottofondo come a scandirne il ritmo, il tempo, le ore inesorabili e grigie della giungla metropolitana, così come accade in \"Lago del tempo\", una marcia blues, chitarra e tamburi allineano i passi lenti e inesorabili ma carichi e ricchi di Pathos.
L\'intero album è fitto di citazioni e tributi sapientemente costruiti attorno alle canzoni e da cui i Bancale hanno saputo trarne ispirazione. Nel brano \"Un paese\" l\'atmosfera è quella dei racconti e delle poesie di Cesare Pavese; nel brano espressionista \"Cavalli\" ci si imbatte in \"libere manipolazioni\" dei cerebrali testi di Ivano Fossati. \"Cavalli\", in fine, omaggia la poesia di Pier Paolo Pasolini che legge un verso da \"La terra di lavoro\".
E\' una terra desolata quella raccontata dai Bancale, i loro sono testi di chi la periferia la vive, la odia, la ama e ne fa musa per la propria musica con un blues malinconico ma allo stesso tempo mistico e coinvolgente. Incantata.
voto 8/10
sara centaro

Contact
www.myspace.com/ilbancale
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild