Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Assassin
:: Assassin - Breaking The Silence - (SPV/Steamhammer – 2011)
Quarto full-length per i tedeschi Assassins, che, dopo il precedente The Club datato 2005, ritornano in grande stile, regalandoci un disco di thrash metal europeo, devoto a band come Sodom e Destruction su tutti (difficile non nominarli), con un richiamo anche alla scena americana (Slayer). Breaking The Silence è il primo lavoro per la SPV/Steamhammer e uscirà nei negozi il 25 Febbraio e rispetto al precedente, che ha lasciato un po’ l’amaro in bocca, segna un ritorno a sonorità anni ottanta come i due primissimi dischi (The Upcoming Terror del 1986 e Interstellar Experience del 1988), seppur rivisti in chiave moderna, grazie anche ai suoni potenti e cristallini e alla performance buona dei singoli musicisti, che seppur non facciano niente di nuovo e di innovativo, regalano una decina di brani trascinanti nel pieno stile thrash.
Ametto che ascoltando il suddetto disco,non si rimane fermi per un momento!Le sfuriate thrash di Breaking The Silence regalano emozioni,patos e tutto quello che un disco del suddetto genere dovrebbe contenere.
Consiglierei per la prossima release di usare un po’ più di personalità nelle composizioni,altrimenti si rischia di finire nel dimenticatoio in quanto i grandi del thrash all’epoca sono stati e sono tutt’ora degli intoccabili…
Voto: 6/10
Antonio De Rosa

Contact
www.assassin-online.de
www.myspace.com/assassinthrashmetal
www.spv.de
:: Assassin - The club - (AGD records - 2005)
:: ASSASSIN - THE CLUB (AGD RECORDS 2005)
Dopo la reunion per un unico show al Wacken Open Air, ritornano sulle scene anche gli Assassin con il loro terzo disco intitolato “The Club” uscito per Agd records.
The club sicuramente è un disco di non facile ascolto, soprattutto meno diretto rispetto ai capolavori “The Upcoming Terror” del 1986 e “Interstellar Experience” del 1988. Ho provato a sentire il disco molte volte, tuttavia non riesco proprio a capire come una band del calibro degli assassin possa aver prodotto un album così. Il disco si apre con “The club” per poi proseguire con pezzi come “No fear”, “Raging Mob”, “Bushwhackers” dedicata agli hooligans, che fanno notare sonorità new metal o in ogni caso crossover moderne, alla lontana si riesce a sentire qualcosa dei vecchi assassin. La loro aurea maligna sprigionata dai vecchi dischi e, per chi ha avuto l’occasione di sentirli, dei loro demo “the saga of nemesis” e “holy terror” accostabili quasi ad un black-thrash veloce e ruvido (alla Bathory dei primi dischi, tanto per intenderci), è solo un ricordo, infatti, qui c’è poco o niente di quanto gli assassin ci avevano abituato a sentire.
Sono stato allo show recentemente svoltosi a Rovereto e per stessa affermazione di Scholli, chitarrista storico della band, il nuovo disco non è per i vecchi fans poiché mette in risalto l’influenza più moderna degli assassin. Per chi leggerà l’intervista; Michael Hoffman afferma che il nuovo disco è puro Psycho Assassin terror, ma per me potrebbe essere tranquillamente un disco di qualche band di hardcore/new metal moderna che è passata su Mtv ma non di certo degli Assassin.
Mi dispiace dover stroncare così una band alla quale sono molto affezionato ma sinceramente non capisco quale fetta di pubblico gli assassin vogliano prendere con questo disco, direi un ritorno alquanto deludente e scialbo. Nel disco c’è spazio anche per una cover di “thunder and lightnight” dei thin lizzy, questo non cambia però il mio parere sul disco prodotto. Magari se nella formazione fosse rimasto Atomic Steif, batterista storico di violent Force, sacred chao, sodom ..a mio avviso questo ritorno avrebbe potuto essere migliore ma queste sono solo ipotesi che presumo non troveranno mai riscontro.
<<< indietro


   
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild