Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Asia
:: Asia - Omega - (Frontiers – 2010)
Non ho mai perso la testa per gli Asia. Ho sempre trovato il sound della band troppo freddo e odioso, il suono delle tastiere è troppo anni ottanta. Il mio incontro con il gruppo fu traumatico: quando lessi (all’epoca non c’era ancora internet, la musica si “leggeva” prima di acquistarla) che l’esordio era stato pubblicato con una formazione che riuniva al proprio interno ex membri di Yes, King Crimson, ELP e The Buggles (in realtà quest’ultimi mi interessavano poco quanto nulla), mi procurai una copia dell’album. Probabilmente la mia delusione è stata pari a quella dei fan dei succitati gruppi quando, una decina d’anni prima rispetto a me, si sono ritrovati innanzi non a un album prog ma bensì a un mero lavoro di pop (rock). “Heat Of The Moment” avrà garantito una vecchiaia serena ai quattro, ma resta pur sempre un pezzo da classifica e non un capolavoro del rock. Per questo motivo la reunion con la formazione originale (Geoffrey Downes, Steve Howe, Carl Palmer e John Wetton), avvenuta nel 2006, mi ha lasciato indifferente, così come il cd e il dvd tratti dalla turné celebrativa. Omega (la band ci ha tenuto a specificare che il titolo non sancisce la fine del progetto Asia così come in passato Alpha non rappresentava l’inizio) non aggiunge e non toglie nulla a quanto detto in passato. Anzi, forse toglie. Perché se il sound mantiene le sue peculiarità negative (vedi sopra freddezza e tastiere), il disco non ha nessuna potenziale hit (per quanto deprecabile, “Heat Of The Moment” ti resta in mente dopo il primo ascolto), nonostante la band, per la prima volta dal primo disco, si sia affidata a un produttore esterno: Mike Paxman (Uriah Heep, Status Quo). La copertina è opera del solito Roger Dean, ma meno efficace rispetto agli standard dell’artista (sembra più un adesivo da camion anni 80). Non sarà Omega, in definitiva, l’album che mi farà cambiare idea sul supergruppo rock per antonomasia degli anni 80.
Voto: 5/10
g.f.cassatella

Contact
www.originalasia.com
www.frontiers.it
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild