Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Arkhon Infaustus
:: Arkhon Infaustus - Passing The Nekromanteion - (Les Acteurs de L’ombre Productions - 2017)
Dopo diversi dischi di black atmosferico, l’etichetta francese questa volta ha deciso di angosciarci con una band che mescola black e death metal; una band brutale, con atmosfere estreme e nefaste, crudeli e claustrofobiche. Il doppio growl di DevianT (cantante, chitarrista e bassista, accompagnato dal fedele SkVm alla batteria) amplifica questa angosciante avventura... ebbene si, è davvero un’avventura l’ascolto di questo disco (salvo se non apprezzate queste sonorità più estreme e “grezze”). L’EP è composto da brani con un minutaggio (per me) eccessivo per questo tipo di sonorità; ma il duo francese rimbomba imponente e spietato, in un modo che può richiamare i padrini delle sonorità black/death. A “calmare” la rabbia vocale e ritmica del duo ci sono “raggi” strumentali – che molto devono anche alla fiorente scena post e/o depressive black metal (come in Corrupted Èpignosis). Inutile un vero e proprio track by track, poiché tutti i brani regalano furiose esplosioni di metal infernale – anche la copertina è un palese accenno alle tematiche trattate, con la sua croce capovolta – che si spalma in quattro brani, per oltre trentatré minuti! Passing The Nekromanteion è sì un album dalle ritmiche veloci e potenti; è sì grezzo nell’uso delle voci; ma è anche un disco abbastanza sperimentale, grazie alle incursioni che il duo francese esplora nei 4 brani (come riportavo su, Corrupted Èpignosis ne è esempio lampante). Certamente questo EP è il disco più “pesante” che la LADLO mi abbia inviato sino ad oggi, ma questo non mi ha impedito di ascoltarlo più e più volte, e scrivere qualcosina per voi… Difatti, dopo qualche ascolto il disco diventa più gradevole, permettendo di coglierne le varie sfumature: come spesso accade con le uscite della LADLO (e se amate queste sonorità), affrettatevi a prendere una delle 1000 copie in CD digipack/limited edition e/o una delle 100 copie in box Lp. Ci sono momenti nella vita che lasciano un segno forte… e poi, ci sono gruppi nella scena del “metallo nero” che segneranno la vostra vita... gli Arkhon Infaustus chiedono di avere questo “spazio”, dopo quasi venti anni dalla loro creazione e un decennio di silenzio. Il 2017 è l’anno della loro resurrezione… e a voi, oltre questo EP, spetta andare a ritroso e scoprire i loro vecchi dischi!
Voto: 7/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/ArkhonInfaustus666
<<< indietro


   
Zippo
"Ode To Maximum (reissue)"
Nevrorea
"Diva"
Albert Marshall
"Speakeasy"
Enio Nicolini
"Live Heavy Sharing Vinile Release"
Silver P.
"Silver P."
AmorNero
"Self Titled"
Moonreich
"Fugue"
Gto
"Super"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild