Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Argos
:: Argos - A Seasonal Affair - (Progressive Rock Promotion – 2015)
Faccio pubblica ammenda, non conoscevo gli Argos prima che arrivasse a casa mio il pacchetto promozionale della Progressive Promotion Records. E dire che questi crucchi non sono proprio dei pivelli, nel 2012 la band ha superato le Colonne d’Ercole del terzo album (2009 – Argos, 2010 – Circles, 2012 - Cruel Symmetry) e ora ci riprovano con A Seasonal Affair. Il mio approccio a queso lavoro è stato alquanto traumatico, da un lato ero ben disposto, perché so che difficilmente la PPR sbaglia e perché il digipk si presenta in modo accattivante, dall’altro mi sono dovuto scontrare con un sound che non è proprio il massimo, la voce sembra staccata da tutto il resto. Come capita spesso, la verità sta nel mezzo, nel proseguo dell’ascolto, soprattutto grazie al trittico “Silent Corner”-“Silver And Gold”-“Lifeboat”, le cose sono migliorate (o semplicemente mi sono abituato io). Anche perché la band non nasconde una certa predilezione per le trovate alla Van Der Graaf Generator, probabilmente il mio gruppo prog preferito. Su questa intelaiatura gli Argos inserisco poi rimandi ai Genesis, Caravan e al sound di Canterbury in genere. Non sono delle vecchie cariatidi però, perché la lezione di facciotuttoio Steven Wilson è stata imparata e messa in pratica. Non mancano la lunga suite di dodici e passa minuti, “Not In This Picutere”, e la pletora di ospiti (Andy Tillison e Marek Arnold dei The Tagent e Thilo Brauss dei Superdrama). Il tutto mi ha fatto ricredere, anche se non soddisfatto completamente, mi sono persuaso che con un cantante migliore, non tutti hanno la voce e la potenza espressiva di Peter Hammill, forse le cose sarebbero andate decisamente meglio. Il buon Thomas Klarmann, il ledear della band, oltre a metterci l’ugola, si divide tra basso, flauto, tastiere e chitarre! Il voto che trovate alla fine è un compromesso tra la valutazione iniziale e quella finale, ma è ben lontano da quello che sarebbe potuto essere se le cose avessero funzionato tutte al meglio.
Voto: 6,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/pages/ARGOS/7061742082?fref=ts
www.progressive-promotion.de
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild