Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Arena
:: Arena - Rapture - (Metal Mind Records - 2013)
Gli Arena, all star band del prog, non hanno mai nascosto una certa passione per i live album/DVD. A fronte di sette lavori da studio in 18 anni, la band capeggiata dal duo Nolan (Pendragon) e Pointer (Marillion) ha pubblicato ben sei prodotti dal vivo. Oggi arriva il settimo, “Rapture”, in formato DVD, dischetto che contiene l’esibizione tenuta dagli imbolsiti musicisti al Teatro Wyspianski nel 2011. A dividere la scena con i due leader troviamo il chitarrista John Mitchell (Frost), il bassista John Jowitt (IQ) e il cantante Paul Manzi (Oliver Wakeman Band). Ciò che salta subito all’occhio, oltre all’orribile gusto in materia di t-shirt, è la bellezza della location: un piccolo teatro caldo e dell’atmosfera intima. Sin dai primi fotogrammi sale alla ribalta l’istrionico singer, vero mattatore della serata, capace di districarsi in modo esemplare nell’esecuzione dei brani, ben 20, nuovi e vecchi. Ovviamente a farla da padrona sono le canzoni estratte da “The Seventh Degree of Separation” (ben sette), lavoro all’epoca del concerto fresco di pubblicazione. La band resta fedele alla propria impronta prog anni ‘80, pur non disdegnando soluzioni dal sapore più attuale. Il risultato è globalmente piacevole, anche se non epocale. La sezione extras contiene, oltre alla solita paccottiglia (discografia, foto, ecc.) un’interessante intervista alla coppia Pointer/Nolan e un concerto registrato nello stesso anno a Varsavia. Si tratta di un bootleg, quindi la qualità audio/video è notevolmente inferiore rispetto a quella del dvd ufficiale. Come detto prima, un prodotto che non passerà alla storia ma che sicuramente renderà felice i fan del gruppo, ormai adusi all’acquisto ogni tot di un live degli Arena.
Voto: 7,5/10
g.f.cassatella

Contact:
www.arenaband.co.uk
www.metalmind.com.pl
:: Arena - XX - (Metal Mind - 2016)
Agli albori degli anni 90, quando un mio amico mi fece ascoltare per la prima volta i Genesis, capii che quella era roba per me. Maturai un amore parallelo per heavy metal e prog, due generi che più sfigati non potevano essere. Se il metallo qualcuno che l’ascoltava c’era ancora, il prog era roba da vecchi. Erano lontani ancora i tempi dell’esplosione di Dream Theater e Opeth, due band che hanno contribuito al rilancio del progressive (e anche del metallo). Oggi mi ritrovo circondato da progster, tutti là a raccontare quando sia favoloso questo tipo di musica. La maggior parte di sta gente, però, compie il più delle volte un balzo (lo so perché ho commesso io stesso questo sbaglio) dai 70 ai 90, cancellando in toto la scena anni 80. Se si escludono i Marillion, io stesso ho sempre guardato (ascoltato) con sufficienza i gruppi di quella decade. Perché? Non lo so, me lo domando ancora. Saga, Pendragon, solo per citarne alcuni, hanno propria identità e, soprattutto, una loro rilevanza. Oscurati dall’ombra di chi li ha preceduti, oggi non godono di quella fama di cui meriterebbero. Tutta sta manfrina per introdurre un combo nato nei 90 ma con i piedi ben saldi negli 80, che in questi giorni compie venti anni, celebrati con XX, il dvd che contiene il concerto tenutesi a Rialto, Polonia, nel 2015 (qualche anno fa ho recensito un altro dvd della band, sempre edito dalla Metal Mind, in questa stessa pagina potete trovarne la descrizione). Per chi si fosse perso le puntate precedenti, le due colonne degli Arena sono Mick Pointer (Marillion) e Clive Nolan (Pendragon), che insieme fanno dell’ottimo prog anni 80 irrobustito con la lezione degli eroi del 90. Se non li avete mai ascoltati, non vi resta che procurarvi questo filmato, contenente tutti classici suonati in maniera impeccabile da questi artisti, che dal punto di vista fisico dimostrano che il tempo passa inesorabile, ma che da quello musicale hanno ancora molto da dire. Accompagnati da John Mitchell (Frost), Kylan Amos e Paul Mazi (Oliver Wakeman Band), i due riescono ad emozionarci come non mai, dimostrando ancora una volta come il neo-prog meriterebbe una riscoperta. Il dvd contiene i soliti extras, sicuramente la parte più interessante è quella dedicata alle interviste ai due capoccia. Un ottimo prodotto, nato per immortalare la fine di un cammino durato quattro lustri, ma che per molti può essere un ottimo punto di inizio per la scoperta della band.
Voto: 7,5/10
g.f.cassatella


Contact
www.arenaband.co.uk
www.metalmind.com.pl
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild