Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Aorlhac
:: Aorlhac - L’Esprit des Vents - (Les Acteurs De L’Ombre Productions - 2018)
Uno sguardo al passato, raccontando la storia della Francia del Sud, del Nord Italia e della Spagna del Nord; quella narrata dagli Aorlhac è una storia dalle tinte medievali e moderne, sempre nel rispetto dell’eredità degli antenati! L’Esprit Des Vents è il terzo album della trilogia iniziata con La Croisée des Vents (2007) e seguito da La Cité des Vents (2010); il disco segna anche il ritorno della band dopo 7 anni di assenza discografica e 10 anni di esistenza. L’album è costruito su un desiderio di continuità, ma allo stesso tempo c’è la volontà di rompere con ciò che è stato già fatto, per mezzo di un suono più elaborato e più maturo. I soggetti sono ancora una volta legati alle leggende e ai racconti locali, ma anche alle storie di contrabbandieri famosi o personaggi belligeranti che hanno segnato alcuni periodi di quelle zone. L’etichetta invece raccomanda l’ascolto di questo disco a qualsiasi amante dell’Epic Black Metal di stampo Suhnopfer, Taake, Windir e Dissection. La produzione è davvero buona, e si sposa bene con le linee di chitarra cavalleresche e pesanti, tra i giochi della batteria e il cantato in francese. L’album contiene 11 brani in cui il trio si destreggia tra atmosfere e cavalcate epiche e suoni più ruvidi – grazie anche alle atmosfere e alle ritmiche – e di chiaro stampo Black Metal. Brani come La Révolte des Tuchins, Infame Saurimonde e L’Ora es Venguda (giusto per citarne tre), sono episodi interessanti dove la sottile linea del black tradizionale si avvolge e si maschera di epicità (a tratti, in maniera quasi teatrale). Praticamente, è l’ennesimo “centro” che ha fatto l’etichetta francese LADLO… un’altra band interessante – nonostante non sia molto attiva – che riesce a trasportarci in un mondo “fantastico” e tenebroso allo stesso momento. L’Esprit des Vents è un disco valido, che non farà gridare al miracolo, ma che si fa ascoltare, anche ripetutamente. Armatevi di pazienza e di volontà… e affrettatevi a recuperare (come sempre) una delle 1000 copie in digipack e/o una delle 300 in vinile. Cosa state aspettando?
Voto: 7,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/Aorlhac
www.myspace.com/aorlhac
<<< indietro


   
Amorphis
"Queen of Time"
Daylight Silence
"Threshold of Time"
Rocka Rollas
"Celtic Kings"
Desert Wizards
"Beyond the Gates of the Cosmic Kingdom"
Urban Steam
"Under Concrete"
Il Cerchio D’Oro
"Il Fuoco Sotto La Cenere"
Anthrax
"Kings Among Scotland"
Nirnaeth
"The Extinction Generation"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2018
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild