Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Antipope
:: Antipope - Apostle of Infinite Joy - (Fertile Crescent Productions - 2020)
Dal caldo della mia Lucania al freddo della Finlandia… Infatti, oggi parliamo di un gruppo della Finlandia (del Nord) e dal sound “misterioso” – eh già! Dalla copertina, mi aspettavo una “semplice” band (Classic) Doom Metal, invece questi ragazzoni ci regalano un mix di melodie e suoni cupi, fra atmosfere oscure e tecnicismo da “manuale” prog metal – e la prima traccia (“Harbinger of Dawn”) ne è la conferma, ma con una “linea” (quasi) Stoner/Doom. La seconda traccia (“Natural Born Heretic”) è un connubio tra il Black Metal melodico e i nostrani Death SS (ascoltare per credere!) – non solo, in questo brano ricordano molto i Cradle of Filth. Le atmosfere goticheggianti e le melodie progressive si alternano e agghindano ogni brano, fra brani più ruvidi e oscuri e altri più “ariosi” e prog; sicuramente un disco da ascoltare più e più volte – consigliato a chi ha la mentalità aperta (per le contaminazioni) e al contempo sconsigliato ai puristi del Black. Gli Antipope sono attivi dal 2004; fra vari EP e Demo, esordiscono nel 2010 con il primo full-length (“Desert”); dopo altri dischi e singoli, ritornano con questo “Apostle of Infinite Joy”, album di 45 minuti e contenente ben 8 tracce. L’intro psichedelica (in stile Heavy Prog settantiano) di “Apostle of Infinite Joy” è un omaggio ai mostri sacri della musica che amiamo, per poi “ritornare” nel territorio dei Cradle of Filth. “Red Goddess” invece, ha una intro più “moderna”, che può ricordare i Tool... poi però tornano a pestare duro e a riprendere la componente Black. Il “sapore” degli anni ’70 ritorna nella parte iniziale del brano conclusivo “0=2”, che poi riesplode nella sua cupezza e infine ritorna a far sognare con le sonorità Heavy Prog… Wow! Insomma, un disco carico di groove, ben suonato, che offre diversi spunti, diverse atmosfere e diversi ascolti. Un signor disco. Bentornati Antipope.
Voto: 8/10
Giovanni Clemente

Contatti:
www.antipope.info
www.facebook.com/Antipope
<<< indietro


   
Vader
"Solitude in Madness"
Primal Fear
"Unbreakable"
Bait
"Revelation of the Pure"
Nirnaeth
"Anthropocene"
Primal Fear
"New Religion"
Boisson Divine
"La Halha"
Blut
"Hermeneutics"
Svanzica
"Red Reflections"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   


Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2020
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info


admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Privacy | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild