Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Another Open Road
:: Another Open Road - Another Open Road - (Autoprodotto - 2013)
Nei primissimi tempi della mia attività su Raw & Wild mi era capitato di imbattermi nel combo foggiano Stonewall, autore di un roccioso heavy a metà tra la tradizione NWOBHM e il primissimo US metal degli Exciter. Il loro leader, Antonio Guerrieri, oltre ad essere batterista/cantante (sulle orme del buon Dan Beehler!), discreto chitarrista e chi più ne ha più ne metta, nelle varie conversazioni che ci hanno visti protagonisti si è rivelato un vero e proprio esperto di melodic metal/AOR/pomp rock, e in generale di tutta quella frangia heavy che dimostra senza ombra di dubbio come sul versante delle melodie più accattivanti il nostro genere non sia secondo a nessuno. Non sempre l’equazione buon ascoltatore uguale buon compositore è valida, ma nel caso degli Another Open Road, side project del Nostro, devo dire che la stessa è abbastanza vicina alla realtà: nati come band vera e propria con l’intento di ripercorrere i generi sopra citati, a causa della distanza tra i vari componenti si sono presto ridotti ad un duo, con Antonio ad occuparsi di chitarre ritmiche, asso, batteria e tastiere, Pierluigi alle chitarre soliste, e le vocals a cura dello stesso Antonio o di vari ospiti, a seconda della track. Se il monicker stesso della band fa pensare ad una spiegazione “alternativa” dell’acronimo AOR, l’intro “Riding to…” non è da meno, focalizzata com’è sul lavoro di lead guitar tanto da risultare un richiamo ad incipit storici del calibro di “Without Warning” dei Dokken. La successiva “Another Open Road” conferma il tutto, con il suo dosaggio ben studiato tra strofa, bridge e ritornello, come i maestri del genere insegnano; è “Burning Desires” a giocare la carta dell’anthem a tutto campo in stile Europe, finché tocca a “Touch The Heaven” attestarsi su versanti più vicini al glam/hair metal che all’hard rock, con la sua ricerca melodica vicina all’operato dei Pretty Maids. Come è evidente, Guerrieri e soci non inventano nulla di nuovo, ma in quanto progetto “filologico” fanno le cose per bene e con la cura dei particolari propria di chi segue con passione un determinato genere: tutto è ben studiato, dai colpi di cassa al termine dell’assolo di “Touch the Heaven”, allo stile che ricalca John Norum su “Burning Desires”, alla progressione simil-Extreme di “What We Dream”, fino ai cori malmsteeniani di “Cry Forever”, uno degli episodi più riusciti, con le sue atmosfere a stelle e strisce e il suo sostrato di scuola profondamente europea. Menzione speciale va poi alla conclusiva “Playing With Fire”, in cui il singer di turno ricorda da vicino il sempiterno Kiske, in un’altra bella track dalle sonorità pienamente ottantiane (che per inciso vedrei bene girare su un vinile, tanto per rispettare l’atmosfera…). Che dire? Niente male, considerando l’estemporaneità del progetto; magari non tutte le linee vocali sono riuscite “col buco”, ma sta di fatto che il disco avrebbe almeno quattro potenziali “hit”, e tanto basta, per ora. Ci vedrei bene un bel videoclip di accompagnamento (magari in stile Whitesnake degli anni ‘80…), e in generale chissà che il progetto non possa avere un capitolo successivo, magari con nuovi ospiti o con una line-up fissa… per ora, rispolverate i vostri spandex e rimettete su le cotonature: si parte, la strada è aperta!
Voto: 8/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/pages/Another-Open-Road/234955736518016
<<< indietro


   
Venom Inc.
"Avé"
Raging Fate
"Gods of Terror"
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild