Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Ć - '





Reviews - Ande
:: Ande - Het Gebeente - (Autoprodotto - 2017)
“Son forse un poeta? No, certo. / Chi sono? Il saltimbanco dell’anima mia” (Aldo Palazzeschi). Con queste atmosfere cupe e malinconiche, arricchite e accompagnate da riff sudici e aggressivi, vi presentiamo gli Ande… che è un progetto black metal belga, o meglio, è una one-man band che nasce nei primi mesi del 2015. Ha già pubblicato, a fine 2015, il primo album dal titolo “Licht”. Il nuovo disco comincia con la strumentale “Intrede” – un’intro con il pianoforte che si apre con “Argwaan”, dove oscurità e riff sporchi si diffondono con prepotenza negli auricolari; eh già, vengo subito catapultato in un mondo zeppo di malinconia e poesia! Le chitarre e le atmosfere sono quelle tipiche del genere e abbracciano la (nuova) scuola atmospheric e/o post black metal. La “melodia” è parte sostanziale dei vari brani, come lo sono i riff, aggressivi e veloci, che si alternano a rallentamenti improvvisi, ma piacevoli. I brani scorrono senza noia, anche se non brillano per originalità! La malinconia delle atmosfere ritorna prepotentemente in quasi tutti i brani, come la penultima “Leeg”, con la sua instancabile marcia di oscurità densa, che si evidenzia con la voce stridente. “Oud en Vet”, invece, ha un taglio più punk… difatti, è il brano più veloce del disco – senza mai trascurare le atmosfere cupe. Infine, a chiudere “Het Gebeente”, c’è un altro brano strumentale (e anche piacevole), “Uittrede”, che si alterna tra sensazioni e umori ambient, e brezze dal sapore di post rock/metal; lasciando (anche) colare un leggero brivido (provate ad ascoltare questo brano di notte, al buio e con le cuffie). Cos’altro aggiungere? Beh, se amate queste sonorità, dense di atmosfere nere e crude, arricchite da raffiche di riff sudici, allora non resterete delusi… non è un capolavoro, ma si fa apprezzare.
Voto: 6,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/Ande-1656865081244578
andeband.wordpress.com
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild