Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Anciet Bards
:: Anciet Bards - Soulless Child - (Limb Music - 2011)
Ecco ritornare i cugini dei Rhapsody Of Fire con il secondo capitolo del loro bel concept. Che dire, ho nuovamente l’arduo compito di dover recensire questa band italiana.
In questi anni credo che un po’ tutte le band abbiano capito quanto io sia legato al metal conterraneo, osannandolo ed elogiandolo più volte e spesso anche difendendolo. Ma, non so perché, recensire un clone dei miei amati Rhapsody mi pesa, specie se al microfono trovo una voce femminile, pur essendo una bravissima vocalist, Sara Squadrani. Devo ammettere che dall’ultima prova è migliorata notevolmente, ma ripeto, non è all’altezza dell’ottimo lavoro creato da questi giovani musicisti, dediti al quel metal a me caro, figlio dei Rhapsody in primis e dei Blind Guardian.
Questa volta dal punto di vista compositivo troviamo una signora produzione, pulita, che regala una bell’ascolto e una serie di canzoni veramente di fatturato elevato, piene di cori alla Rhapsody e tanto di arrangiamenti orchestarli alla Staropili style, per intenderci. Ma quel che non gradisco è l’anacronismo del mix di soli di basso e chitarra alla Helloween di Keeper (vedi “Eagle Fly Free”); probabilmente una decina di anni fa avrebbe fatto colpo una mossa del genere, ma oggi la trovo superata. Se sei dedito a questo sound devi dedicarti soprattutto agli arrangiamenti e alla melodia del cantato, lavoro che effettivamente non manca in questo secondo capitolo.
Tutto sommato questo “Soulless Child” lo trovo piacevole, specie se si è amanti del genere e comunque si lascia ascoltare senza difficoltà. Chiaramente molti storceranno il naso per la scopiazzatura ai Rhapsody, ma garantisco che si tratta di una scopiazzatura fatta bene.
Concludo facendo i complimenti agli Ancient Bards per l’ottima prova che comunque hanno dato. Mica facile mettere su un’orchestra simile, ma purtroppo non riesco ad andare oltre al discreto, proprio per la presenza di una voce femminile (se pur ottima) che rende quasi banale il tutto.
Voto: 7/10
Antonio Abate

Contact
www.ancientbards.com
<<< indietro


   
Le Jardin Des Bruits
"Assoluzione"
Fragore
"Asylum"
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild