Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Ahumado granujo
:: Ahumado granujo - Chemical holocaust - (Khaaranus Productions – 2004)
Prosegue la nostra rassegna sul panorama grindcore della Repubblica Ceca andando oggi a scoprire gli Ahumado Granujo, il cui ultimo lavoro, “Chemical Holocaust”, uscito nel 2004 presso la Khaaranus Productions, è finalmente disponibile anche in Italia grazie alla Raptures Asylum. Gli Ahumado Granujo, nati nel 1999, sono il progetto di due musicisti, Vypytel e Necrokodyl, il cui obiettivo in ambito artistico è raggiungere il sincretismo tra due generi estremi, e per certi versi diametralmente opposti, quali il grindcore e la techno. Come molti di voi ben sapranno, anche altre band della scena grindcore sono impegnate nella ricerca della perfetta alchimia tra la violenza del grind metal e l’alienazione generata dai beat techno-industrial, e, recentemente, in questo ambito gli australiani The Berzerker hanno sfornato “Animosity”, un vero e proprio capolavoro di techno-grind. Gli Ahumado Granujo purtroppo non riescono a raggiungere i notevoli risultati dei loro colleghi oceanici, dal momento che tutte le composizioni di questa formazione ceca sono caratterizzate dall’assenza di un qualunque tentativo di armonizzare le componenti grind e techno del loro background musicale. Per rendere meglio l’idea, vi descriverò la struttura portante di uno qualsiasi dei loro brani: un minuto iniziale di musica elettronica, che a seconda del brano, possono esseri gradevoli beat techno o, se si è sfortunati, della becera gabber music che farebbe inorridire pure i tamarissimi frequentatori dello Studio Zeta; a ciò segue un minuto di monocorde sfuriata grindcore. Questo schema si ripete per tutti i primi 18 brani dell’album, mentre le ultime due tracks sono brani di sola techno alienante. Se a ciò aggiungete un cantato gore montono e soprattutto simile ai grugniti di un porcello scannato, beh capite che ci troviamo dinanzi ad un album assolutamente superfluo. Acquisto consigliato solo ai gabber.

Track list:
1) Bender
2) Zoodiac
3) Trip Off
4) Edward The Liquorhands
5) Propaganda
6) Faggotura
7) Eight Hours Bread
8) Pickled Temelin
9) Le Ketamin
10) Killing Anus (Cock And Ball Torture cover)
11) Citron B
12) Jesus Crystal
13) Creation’s Scourge (Krisiun remake)
14) Sandokal
15) Ashtray Made Of Pork
16) U-Hérak
17) A Life’s a Life (Disrupt Cover)
18) Schindler’s Acquaintance Service
19) Composed by SPEAKERMASSAGE / SSX3
20) Composed by VA-AN-YA

Voto: 3/10

Marco Cramarossa

Contact
http://sweb.cz/ahumado
<<< indietro


   
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild