Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Aeren
:: Aeren - Aeren - (Autoprodotto - 2015)
In un periodo in cui abbiamo più volte citato piacevoli conferme da parte di band da tempo seguite da Raw & Wild – in alcuni casi a partire dal primo demo per giungere magari all’agognato deal per un full length – fa sempre piacere incrociare una realtà completamente nuova, quale è quella degli Aeren, giovane quartetto tarantino agli esordi. Il loro debutto è rappresentato da un EP di quattro tracce accompagnato da un’attività live in continua crescita, il miglior toccasana per un gruppo che scelga la strada della maturazione on the road. Gli Aeren si definiscono “alternative”, tuttavia alle orecchie più smaliziate non sfuggirà una certa commistione tra le scoppiettanti vocals femminili figlie di certa tradizione anni ‘90 e i fraseggi tipicamente hard rock su cui sono costruite le ritmiche di chitarra, con gradite derive maideniane piazzate qua e là tra i pezzi. Solita dicotomia tra un intento easy listening e un background prettamente metal? È probabile, per quanto il risultato sia ragguardevole, portando ad interessanti soluzioni là dove la maggioranza delle band che si avventurano su questo terreno recuperano scialbe soluzioni di compromesso. Tanto del merito va alla timbrica vocale di Silvia Galetta, che ricorda in più punti la nostrana Elisa, con il merito di apparire convincente e dotata della grinta necessaria ad emergere sul tappeto sonoro. Se il retrogusto pop dell’opener “9teen (I’m Brave)” si colloca tra Nirvana e primi Skunk Anansie, la formula lascia spazio ad un interessante riff stoppato in stile anni ‘80 sulla successiva “Preachers” (avete presente il periodo Dickinson/Gers nei Maiden, con quel leggero mood rock’n’roll? Ecco, quello), nonché ad un eloquente giro di basso in stille Steve Harris che apre “In The Well”, track caratterizzata da qualche ingenuità compositiva ma anche da buone intuizioni, come l’apertura in maggiore nella parte centrale. Si torna all’alternative sulla conclusiva “Filling The Void”, con effetti di chitarra funzionali ora all’uno ora all’altro versante stilistico e vocals che richiamano efficacemente Natalie Imbruglia e compagnia bella. Posto il fatto che almeno due pezzi su quattro possano essere in futuro riarrangiati in chiave più metal, magari enfatizzando in maniera diversa le melodie vocali, probabilmente la band fa bene a mantenersi per ora “in bilico” tra i generi, sfruttando una possibile opzione di “originalità” che possa essere col tempo apportata dal presente “crossover”. Come già detto, un lotto di tracce di tutto rispetto per essere un debut, con il giudizio che rimane per ora sospeso in attesa di un auspicato full length che speriamo mostri un approfondimento della strada già intrapresa.
Voto: 6,5/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/AEREN.Band
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild