Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Achernar Dream
:: Achernar Dream - Hypocrisera - (Autoprodotto - 2012)
Diciamolo apertamente: ci sono gruppi che con i loro lavori (già dal primo ascolto) riescono a convincerti e ad emozionarti, altri (invece) ci riescono dopo qualche ascolto e (purtroppo) qualcun altro nemmeno dopo trenta/sessanta ascolti! Ed eccomi oggi alle prese con gli Achernar Dream, precisando che è un progetto… segreto (?)! Confesso che sin dalle prime note sono stato “affascinato” dal suono “misterioso” che la band ci propone (ora capite l’introduzione a questa recensione?). Bene, la band si presenta come Art Prog e con pochissime informazioni (effettivamente, altrimenti che band misteriosa sarebbe?): “Achernar Dream è un progetto nato nel 2007. Esprimendo una visione personale della società e del genere umano – attraverso la musica. Con la collaborazione di alcuni amici, hanno realizzato liriche, musica, registrazione, artwork, mix e pre-mastering… e Hypocriseria è arte!”. Come dicevo prima, sono stato immediatamente affascinato da questa misteriosa band… allora inserisco il cd e play, si inizia. Si parte con “Infinity”: è delicata, misteriosa, bellissima, con un senso (appunto) di vastità! Segue “Faithless Soul” e “F.e.e.l.” - con la prima (divisa in tre parti: “Birth”, “Lament” e “The Faithless One”) si percepiscono alcuni riferimenti al Gothic Metal (con la voce femminile), la seconda invece ritorna ad ammaliare con delicatezza e mistero – binomio molto frequente nell’intero album. “Unknown Lands”, è calda, emozionante, per poi esplodere con l’energia delle chitarre, interessante; “I Breathed” è un altro arcano motivo, che con la voce (femminile) riporta quei (pochi) sapori del Gothic. “Someone to Be” è poesia? È nenia? Riesce a travolgermi e a portarmi con sé! “Mechanima” è divisa in cinque parti (“Dream Chamber” – “Autumn Chamber” – “Climbing Towards Depths” – “Return… a New Machine” e “Welcome Back… PF Reprise”), ed è il brano più lungo dell’album (20:48), dove si alternano tutte le visioni di questo misterioso gruppo italiano. D’accordo, non è un disco per tutti, ma consiglio di farlo vostro… donategli più ascolti, l’album crescerà ascolto dopo ascolto… così gli Achernar Dream vi travolgeranno con le loro (personali) idee. Incredibili… e diciamolo, un progetto così in qualche paese del Nord Europa farebbe faville e successo. Un altro motivo per comprare italiano!
Voto: 9,5/10
Giovanni Clemente

Contact:
www.achernarproject.org
achernardreamers@gmail.com
<<< indietro


   
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild