Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Abysmal Grief
:: Abysmal Grief - Abysmal Grief + Mors Eleison - (Black Widow - 2007)
Il mondo degli Abysmal Grief non è il nostro mondo. E’ il mondo che sta dall’altra parte. Il regno dei morti. E’ un mondo fatto di oscurità e mistero, e se c’è un po’ di luce, è quella di una candela, che prima o poi si spegnerà. La ricerca del contatto con l’oltretomba è la finalità della musica degli A. G.. Una ricerca religiosa, ma scevra di religiosità. Lo strumento per raggiungere questo fine è la musica. Doom, rock sentattiano e dark di scuola italiana vengono fusi con maestria creando un opera da ascoltare con somma attenzione. Brani mediamente lunghi, tempi lenti, tastiere romantiche (e simil goblin, in alcuni momenti), voce profonda ed evocativa: questo è ciò che offre il terzetto composto da Regen Graves (chitarra, synth e batteria), Lord Alastair (basso) e Labes C. Necrothytus (voce e tastiere). Se vi sentite orfani dei Death SS ante Heavy Demons, se maledite il giorno in cui Paul Chain ha deciso di mettere la parola fine ai suoi Violet Theater, se credete nella magia e in Antonius Rex, allora questo disco fa per voi. Se aggiungete che oltre all’album omonimo travate incluso nel cd il mini Mors Eleison, non vi resta nessuna valida ragione per non procurarvi un tavolino a tre gambe, una candela e, chiaramente, l’album degli Abysmal Grief.

g.f.cassatella

Contact
www.abysmalgrief.com
:: Abysmal Grief - Exsequia occulta - (Autoprodotto - 2000)
Percorso difficile e coraggioso quello intrapreso dai genovesi Abysmal Grief, trio costituitosi nel 1995 ad opera del chitarrista, nonché leader Regen Graves il quale ha dovuto far fronte durante tutti questi anni di attività a problemi di line-up frequenti.
Il genere proposto, come da loro stessi coniato, è “horror metal”, e già qui il primo pensiero potrebbe subito andare ai connazionali Death SS (i primi!) di cui ne riprendono alcuni aspetti, ma la loro indole li spinge ancora più a ritroso, andando quindi a riesumare ingredienti provenienti da mostri sacri quali Black Widow, Black Sabbath o i magnifici Jacula.
Profonda e passionale la cura con cui vengono trattate tematiche occulte, ovvero vicine a forme di esoterismo e magie rituali, comunque ben lontane (e qui va una dovuta precisazione) da ogni tipo di satanismo, sbandierato talvolta anche a sproposito da migliaia di bands trendiste.
Exsequia Occulta presenta due brani di lunga durata (20 minuti circa in totale) da cui l’ascoltatore potrà sicuramente scorgere atmosfere rarefatte di rituali necromantici tenebrosi ed oppressivi, di grande effetto. Musicalmente, si viaggia su ritmi blandi, tra il doom più sulfureo e il dark più mistico, sviluppato in maniera molto semplice come giusto che sia.
Niente di così nuovo ed innovativo se vogliamo, ma sicuramente dieci volte più sincero di tanti cd che escono dal music business.

BF

Contact
regengraves@hotmail.com
:: Abysmal Grief - Feretri - (Terror From Hell Records - 2013)
Ennesimo capolavoro dei genovesi Abysmal Grief, questo album presenta tantissime sfaccettature che lo rendono unico. “Feretri” si presenta con la song “Lords of the Funerals”, un mistico viaggio attraverso l’angoscia creata dalla voce superlativa del monumentale Labes C. Necrothytus che ci porta nel mondo dell’oltretomba. Il brano presenta una parte veramente martellante che si conclude con un maestoso assolo del grande Regen Graves. “Hidden in the Graveyard” appare come una ballata macabra, veramente qualcosa di eccezionale che trasporta la nostra anima nell’infinito fato, invece “Sinister Gleams” è composta da una sinfonia che entra nei nostri sogni, e crea una nuova dimensione irreale che accompagna il pezzo strumentale “Crepusculum”, un vero e proprio diamante impeccabile che rende l’album un’opera suggestiva, come del resto il pugno nello stomaco di “The Gaze of the Owl” dove gli assoli di chitarra e di tastiera sono miscelati dalla voce da negromante mistico che si compie e rivela la propria forma nell’ultimo brano “Her Scythe”. Album veramente da comprare per gli amanti del genere, che non saranno delusi dal capolavoro nostrano Abysmal Grief!
Voto: 9/10
Grezz

Contact:
www.abysmalgrief.com
:: Abysmal Grief - We Lead The Procession - (Terror From Hell Records - 2014)
Tre album e una serie infinita di Ep, demo, minilp. Stare dietro alla produzione degli Abysmal Grief non è facile, però sicuramente risulta piacevole. Perché diciamolo gli autori di Feretri sono una delle più belle realtà del panorama internazionale, oltre che degni prosecutori della tradizione doom italica. Ad arricchire maggiormente la discografia ci pensa la Terror From Hell Records che lancia sul mercato una compilation in versione limitata a 500 copie in cd e 100 in musicassetta. We Lead The Procession contiene materiale risalente all’arco temporale compreso tra il 1998 e il 2009, in parte edito, anche se in altra versione, in parte completamente nuovo. Un paio di cover, “Rise The Dead” (Bathory) e “Profanation” (Death SS), fanno bella mostra di sé in questo excursus che da “Bara” del 1998 sino al recente video di “Sinister Gleams” tracciano un ideale cammino capace di evidenziare come sia cresciuto e maturato il particolarissimo sound degli AB nel tempo, perfetto nel suo mantenere l’equilibrio tra dark, metal e doom. Non manca neanche la chicca live, una putrida “Exsequia Occulta”, che fa crescere il rimpianto di non aver visto mai dal vivo la band. Inoltre la produzione mai patinata dona al tutto un fascino oscuro e underground che non fa che aumentare l’appeal di questo disco! A noi comuni mortali non resta non resta che seguire la processione!
Voto: 7,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.abysmalgrief.com
<<< indietro


   
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild