Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - 4Bitten
:: 4Bitten - Rewind And Erase - (Leaders Group/Soulfood - 2015)
Lo confesso: appena ho letto il titolo del disco dei greci 4Bitten, ho pensato subito ai The Cardigans e al loro successone “Erase And Rewind”. L’avranno fatto anche loro? Chi può dirlo… probabilmente sì. A parte il perenne amarcord degli anni ‘90 che aleggia su queste pagine, cosa c’è da dire sul quartetto ellenico? È presto detto: la band giunge al terzo disco dopo una discreta gavetta live, che comprende un tour europeo di supporto agli UFO, vari concerti con i più disparati colossi dell’heavy metal/hard rock continentale e addirittura una capatina all’edizione 2014 del nostro Total Metal Festival (che mi sono perso… con il dato biografico dei 4Bitten che contribuisce a rigirare il coltello nella piaga!). In più, sono guidati dalla cantante Fofi Roussos, la cui timbrica accattivante contribuisce a dettare la direzione di un heavy rock alla continua ricerca di melodie fresche qual è quello del combo. Già, heavy rock, o quant’altro… la verità è che definire gruppi come i 4Bitten risulta facile e difficile allo stesso tempo. Probabilmente, è il concetto stesso di classic rock ad essersi “modernizzato” (e vai con gli ossimori…), poiché mi sembra di scorgere gli stessi tratti caratteristici in molti gruppi di quest’epoca, come i Firebrand Super Rock, il cui rifferama è simile a quello di “Memory Of Me” o della title track, o gli Shadowside, la cui formula intrisa di grunge è richiamata da vicino sulle due tracks poste in apertura, “Die In Vain” e “Broke”. Lungi dal voler dire che i britannici o i brasiliani rappresentino un’influenza primaria sui nostri ateniesi, pare qui di riconoscere ancora una volta i nuovi/vecchi modelli a cui si rifanno molte delle band attuali: riff rocciosi con sconfinamento su melodie che possano assicurare un certo valore “catchy” alle tracks, spesso con l’aiuto di modelli e hooks tratti dal pop contemporaneo. Intendiamoci, “Rewind And Erase” è un disco onesto, che ci restituisce l’immagine di una band compatta e rodata; solo, non aggiunge nulla di nuovo al panorama attuale, né in senso diacronico né in senso sincronico, orientato com’è al rimescolamento dei modelli esistenti. Che poi questo sia emblematico dell’aria che tira ai giorni nostri, è tutto da verificare. Tuttavia, sono sicuro che lì fuori sia pieno di ascoltatori di bocca buona (lo sono anche io, non credete…) pronti a dare una chance al bluesaccio “Cause I Can” (chissà perché tutti i bluesacci così impostati mi ricordano sempre “Spiritual Void” degli Overkill, altra band che all’epoca era molto attirata da nuovo che avanzava), al buon lavoro di lead guitar di “Out Of Time”, al roccioso incedere di “Inside My Head” e al flavour stoner della già citata title track e di “Redefine Your Fate”, magari da ascoltare in macchina, proprio come la protagonista del video di “My Favourite Game”. Chi erano? Ah, già…
Voto: 7/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/4Bitten
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild