Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - 0 X Í S T
:: 0 X Í S T - Nil - (Ostra Records/ Cold Void Emanations - 2012)
Quando la vita non vi sembra complicata, ecco sopraggiungere una band dal nome cervellotico: 0xìst! Bene, adesso vi chiederete – ma che significherà e/o come si pronuncerà 0xìst? Ecco, il nome 0xìst si pronuncia Zero Exist! Questa band arriva dalla Finlandia, suona un dark/doom metal dal “sapore romantico” e sono attivi dal 2008… per promuovere questo disco, l’etichetta ce li presenta così: “la band suona lento e un pesante ed oscuro metal nello spirito di Bethlehem, Tryptykon, Deinonychus e Ajattara (e qualche influenza dei Celtic Frost)”. Dopo il rilascio di un demo con due tracce (ottobre 2010), la band si è concentrata sulla produzione di questo album, peraltro debutto ufficiale (tenendo conto che alcune tracce sono datate 2010)… la band suona molto dal vivo sia in madrepatria che nel Baltico, ma è in costante crescita per suonare altrove. ”Nil” (l’album) include un intro e sei tracce di metallo “oscuro”, è un disco ben prodotto e con un artwork accattivante che arricchisce ancor di più le atmosfere scure dell’album; elogi alla Ostra Records (etichetta underground francese, dedita alle sonorità doom metal) per il lavoro svolto. È un bel disco, che affascinerà chi adora le “armonie” lente, certamente non è un disco per tutti… ma se amate queste sonorità, fateci più di un pensierino, questa band merita di uscire dalle mura del Baltico!
Voto: 7,5/10
Giovanni Clemente

Contact:
0xist.band@gmail.com
www.zeroexist.net
www.myspace.com/oxist
:: 0 X Í S T - One Eon - (Death Shrine Offering – 2015)
Rawandwild.com ha sempre avuto un occhio di riguardo per i finlandesi 0 X Í S T, sin dai tempi dell’Ep d’esordio Unveiling the Shadow World, recensito dal sottoscritto nel 2010. E’ toccato poi al buon Giovanni Clemente lavorare sul secondo Nil del 2012. In questi primi giorni del 2015 il pallino è tornato nelle mani del sottoscritto, che si ritrovato sulla propria scrivania il secondo lavoro, One Eon. Prima novità sostanziale è l’autogestione: la band ha deciso di mettersi in proprio creando una propria etichetta, la Death Shrine Offering, per sostituire la precedente Ostra Records. L’autogestione interesserà anche le prossime date live della band, che ha optato per un sano DIY tour (durante il quale si tornerà all’opera il bassista fondatore Ossi Leino, rientrato all’indomani delle registrazioni di questo lavoro), che difficilmente toccherà anche l’Italia. Per chi non avesse avuto a che fare con la band in passato, sinteticamente possiamo descrivere il sound proposto come un dark-doom-black metal che si rifà a una certa scuola inglese, My Dying Bride su tutti, e a entità più oscure come Bethlehem e Deinonychus. Nomi non da poco, che sicuramente sapranno attirare l’attenzioni degli amanti di certi suoni ferali. Chiudevo la mia recensione del’Ep d’esordio rammaricandomi della scarsa durata, non che questo One Eon sia una maratona, anzi dura poco più di tre quarti d’ora, ma se si considera che i brani sono solo sei, ci ritroviamo innanzi a canzoni di media durata (la sola, splendida, “No Life To Bother supera i 10 minuti) nelle quali la band riesce a creare trame oscure, dall’incedere greve e oppressivo, senza però risultare noiosa. Parti più estreme dal feeling black, si avvicendano alla base doom. Così come il cantato è alternativamente sporco e pulito (in questo caso però una certa ruvidezza resta), donando al tutto un’aura drammatica. Niente di nuovo sotto la luna, ma comunque un disco affascinante, che conferma le qualità di questa entità dal nome criptico (che per la cronaca si pronuncia Zero Exist)!
Voto: 7,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.zeroexist.net
:: 0 X Í S T - Unveiling the Shadow World - (Ostra Records – 2010)
Dalla terra dei Reverend Bizarre ecco arrivare una doom band di tutto rispetto: 0xìst (va letto zero exist). Formatasi nel 2008, questa compagine solo verso la metà del 2009 ha raggiunto l’attuale line up: Jani Koskela (voce e chitarra), Henrik Hajanti (chitarra), Ossi Leino (basso) e Andy Koski-Semmens (batteria). Unveiling the Shadow World è il primo parto della band ed è stato registrato presso i D-Studio di Klaukkala (Finlandia). Più che ai più noti conterranei, gli 0xìst si rifanno alla scena inglese degli anni 90, My Dying Bride in testa. Atmosfere cupe, ritmi lenti e una vena dark-romantica che pervade tutti i brani. Per quanto concerne i testi, vengono trattati temi di natura storica e altri più riconducibili alla natura umana. Il lavoro è molto curato anche dal punto di vista dell’artwork, come sempre avviene per i prodotti griffati Ostra Records (etichetta underground francese dedita principalmente a sonorità doom). L’unico rammarico è la breve durata dell’Ep: considerando la buona qualità dei pezzi, è arduo non rimanere con l’amaro in bocca al termine dell’ascolto. Comunque Unveiling the Shadow World rappresenta un ottimo biglietto da visita in attesa del primo full lenght.
Voto: 7/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/oxist
www.ostra-records.com
<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild