Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Metal Circus 2016: Sinister, The Monolith Deathcult, Sudden Death, Mesembria Magog – 09/01/2016 - Movida 2 - Foggia

Chi legge forse non ci crederà, ma per vedere i Sinister questa volta ho dovuto fare quasi i salti mortali. Tra lavoro e problemi logistici, sembrava molto molto incerta la mia partecipazione. Fortuna ha voluto che Sabato mattina un vecchio amico mi ha offerto un passaggio, e pensare che sui dizionari trovi scritto che i miracoli non esistono per definizione. Personalmente non sono mai mancato agli eventi organizzati da Projectarea Metalzone (diversamente, ahimè, da altre persone). Ricordo ancora i tedeschi Destruction insieme con Master e Cadaveria, qualche estate fa, gran bell'evento, peccato che lo scarso numero di biglietti venduti. Forse con gli Mpire Of Evil la situazione sembrò migliorare (sempre per quanto riguarda gli spettatori paganti) ma eravamo ancora lontani dal target che mi sarei aspettato. Fortunatamente con l'ultimo evento "Metal Circus 2016" l’incremento c’è stato, toccando un numero più alto di persone raggiunte, segno di buona crescita degli organizzatori.

Appena arrivato noto subito Aad Kloosterwaard (ormai unico superstite originale della band di Schiedam) e ne approfitto per farmi autografare i miei cd, cosa ovviamente si replicherà con gli altri componenti ovviamente. E' stato bello poter stare a stretto contatto con i Sinister e i meno famosi (ma non meno bravi) Monolith The Deathcult. Non hanno negato a nessuno una buona chiacchierata o qualche foto, la modestia sembra essere di casa in Olanda, peccato solo che non gli si potesse offrire qualche birra poiché ne erano sempre armati di proprio pugno (staff e service incluso).

Vedendo tutta questa cordialità e simpatia ho rimpianto seriamente il fatto di non vivere nei Paesi Bassi o zone limitrofe.... Ma parliamo del concerto, è toccato a una band del posto, ovvero i Mesembria Magog, aprire le danze. Oltre ad inediti le mie orecchie hanno riconosciuto “Amerika” (dei più famosi Rammstein) e “Shout” (dei Tears For Fears dai lontani anni 80). Successivamente è toccato ai romani Sudden Death solcare i palchi del Metal Circus. Sinceramente ho qualche reminiscenza di averli già visti ma non rammento precisamente in che evento dell'hinterland barese (forse qualche Total Metal Festival, o in qualche edizione del "San Metallo"), fatto sta che di certo non li ricordavo così aggressivi e violenti, davvero un’ottima performance. Tempo di un panino e una birra, e mi ritrovo sullo stage i The Monolith Deathcult.

Direttamente dal cuore olandese “Kampen”, il quartetto propone un death metal molto sperimentale con pesanti contaminazioni industrial. Del resto già Hammerheart Records e Season Of Mist avevano messo sotto contratto la band, mica chiacchiere. Aspettavo con ansia il brano "Wrath Of The Ba'Ath" dai TMD e la mia pazienza è stata ripagata. Ciliegina sulla torta (e che ciliegina) arriva il turno dei Sinister, e, proprio come rammentavo, menano forte. Nemmeno un piccolo blackout di qualche minuto riesce a fermare la band e il service, del resto si sa queste cose accadono anche durante eventi molto più grandi figuriamoci a kermesse di livello regionale. La set list varia dagli ultimi successi come "The Science Of Prophecy", fino a tornare indietro nel tempo nel lontano 1992 con "Epoch Of Denial" e nel più recente 2006 con “The Grey Massacre”. A fine serata riesco persino a "derubare", con il consenso dello staff, la scaletta dei Sinister, non so realmente cosa chiedere in più a questa splendida serata e potrei già chiudere qui questo live report, ma è doveroso infine fare i complimenti ai presenti, e soprattutto agli organizzatori che inaugurano all'insegna del metallo questo 2016: grazie di cuore! Intanto, io sto già pensando a quale band potrebbe esibirsi al prossimo evento targato Projectarea Metalzone... non vedo l'ora!

Fedele Straniere

<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild