Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '






What Lies Beneath Final Tour 2012 - Tarja Turunen - Teatro della Luna - Assago - 02/03/2012

E' il suggestivo Teatro della Luna di Assago che ospita l'unica data italiana di What Lies Beneath Final Tour 2012 di Tarja Turunen. Alle 21.00 in punto ero seduta sulla mia poltronissima in seconda fila. Il palco è coperto da un sipario semitrasparente che raffigura la cantante, calano le luci e pian piano fanno capolino sul palco tutti i musicisti, infine Tarja coperta da una maschera che apre il concerto con Anteroom of Death.

Cala il sipario ed ecco che si svela la magnifica figura di Tarja che saluta la platea con la sua solita dolcezza e prosegue con My Little Phoenix, Falling Awake, I Walk Alone. I musicisti lasciano il palco a Mike Terrana che si esibisce in un grandiosissimo solo sulla base del Can Can, superfluo puntualizzare la sua bravura dietro le pelli, non che la sua precisione nel tocco e la sua nonchalance nei movimenti. Il concerto prosegue con Little Lies, e Tarja anticipa un nuovo brano del suo prossimo lavoro: Into the Sun. Sull'inizio di Bless the Child, l'intera platea acclama come se non stesse aspettando altro… si sa… il pubblico di Tarja è affezionatissimo ai vecchi Nightwish e apprezza tornare, anche se per poco, al passato. Trovo comunque la versione originale migliore come resa sonora, nulla da dire su Tarja che ovviamente dimostra di avere sempre piena padronanza della tecnica vocale e del palco.

Il culmine del concerto è con The Reign, durante il quale mi ritrovo Tarja a mezzo metro dalla mia poltrona, un gesto d'affetto (e di coraggio) per i suoi fans che ovviamente abbandonano i loro posti per avvicinarsi a lei che, completato il giro in platea, risale sul palco per cimentarsi in un medley acustico che tocca Oasis, Rivers of Lust, Minor Heaven, Boy & The Ghost, Walking in the Air, I Feel Immortal, intervenendo di tanto in tanto al pianoforte.

Completa la scaletta con In For A Kill, Over the Hills and Far Away, Die Alive e Until My Last Breath. Saluta affettuosamente il pubblico ringraziandolo per il sostegno e il calore. Non si può certo dire di restare delusi dalle sue performances e di sicuro neanche stavolta, l'unico neo forse è stato quello di dover star seduti, che a volte è sembrato davvero una costrizione e un limite per un'interazione maggiore.

Medea Stratos

<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild